Concerti Genova Martedì 19 maggio 2009

Rock progressive oline: le web radio

Genova - Mai come oggi l’uomo ha avuto la possibilità di accedere a miliardi di informazioni.
Link click. Magica allitterazione dal retrogusto onomatopeico.
Provate a scrivere su Google “progressive rock” e “radio”. C’è da impazzire. E qui subentra l’arte del discernimento che, in epoca di Web 2.0, richiede pazienza ed esercizio sul campo. Perché nell’universo “social” (network, forum, bookmarking, etc.) i labirinti in cui perdersi sono notevoli. Punto fermo, l’annosa questione del diritto d’autore. Quanto, da qui in avanti, è citato, resta fedele alle vigenti regole di tutela del copyright.

Le radio in stream, certo, quelle da un capo all’altro del pianeta. Che libidine. Meglio, poi, se si può interagire: pensiamo a Last FM. Inserisci l’artista e ci passi giornate (con le limitazioni “legali” di cui sopra). Ma, meglio ancora, cercare (sul motore interno) un canale a tema. “Italian Progressive Rock”? E perché no? E, previa registrazione, vi trovate immersi in una radio che “racconta” quella stagione attraverso Area, Banco, PFM e Orme, ma anche La Locanda delle Fate, Metamorfosi, Campo di Marte, Picchio Dal Pozzo, Alphataurus e Jumbo.

Uscendo dall’Italia, ma fermi agli anni Settanta, varchiamo la Manica per entrare nella patria natale del prog, il Regno Unito. Sfogliando il megaparco di Live365, ci imbattiamo nell’affascinante 70 English Progressive, inglese, però, solo di nome, visto che l’emittente è stata creata da un appassionato di San Diego (tale Infomas). La programmazione è attenta ai lavori solisti di membri provenienti da compagini storiche (King Crimson, Van Der Graaf Generator, Yes). Ovviamente non manca un degno contrappunto tra evergreen quali Aqualung dei Jethro Tull o The Carpet Crawlers dei Genesis e rarità dei Gryphon o dei Marsupilami.
Per chi, invece, ama spaziare dai “classici” alle recenti novità, può prendere come validi riferimenti Delicious Agony (che dispendia anche interviste in podcast) e il “giardino telematico prog” Aural Moon, entrambe dagli States.

Più legata alla filosofia web 2.0 (quindi aperta a clip video, blogging, chat, etc.), la francese Morow Progressive Rock Radio, il cui palinsesto mira a trasmettere le uscite dell’ultima decade con qualche asterisco “retrospettivo” (gettonatissimi i Marillion e i locali Ange).
Si potrebbe continuare…chiudiamo allora sforando in due ambiti abbastanza contigui all’universo progressive: psichedelia e jazz rock.

I patiti delle dilatazioni sonore lisergiche possono spolverare le proprie cuffie su Technicolor Web Of Sounds: non ci si schioda dagli anni Sessanta, quindi tonnellate di Hendrix, Doors, Grateful Dead, Vanilla Fudge, Velvet Underground e Spirit. Ok, ma il futuro alle porte lascia mettere piede ai primissimi Genesis, King Crimson e ai vaticini tastieristici di Moody Blues, Nice, Barclay James Harvest e Procol Harum.
Sull’altro versante, Fusion 101 Jazz Rock ’70, attiva su Live365: assai stimolante perché alterna con invidiabile disinvoltura i Weather Report a Steve Hackett, Al Di Meola ai King Crimson di Islands e i Gentle Giant a Chick Corea. La bellezza sta proprio qui, nel tentativo di offrire all’ascoltatore una miriade di contaminazioni, tali da indicare personali percorsi di fruizione. Ovvero fantasiose playlist. Tutto questo, sino a meno 10 anni fa, era solo un sogno dai contorni piuttosti sfumati…

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film