Genova Martedì 10 febbraio 2009

CIF: la sfida delle donne per il futuro

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Leggi gli altri articoli della rubrica Volontariato

Genova - Il CIF (Centro Italiano Femminile) è un’associazione di donne che opera in campo civile, sociale e culturale per contribuire alla costruzione di una democrazia solidale e di una convivenza fondata sul rispetto dei diritti umani e della dignità della persona secondo lo spirito e i principi cristiani.
Così recita l’Articolo 1 dello statuto dell’associazione che, sorta nel 1945, è diffusa su tutto il territorio nazionale ed ha più di diecimila aderenti. «In Liguria se ne contano circa cinquecento», spiega la vicepresidente regionale Anna Casu.

Le volontarie si propongono di interagire con le istituzioni per il pieno esercizio dei diritti di cittadinanza. Le iniziative educative del CIF di Genova sono spesso estese anche alle altre associazioni femminili di volontariato del territorio.
L’associazione svolge inoltre attività di ricerca e divulgazione su temi di carattere sociale e culturale di attualità che hanno attinenza con la condizione femminile; inoltre affronta i problemi del lavoro e della formazione professionale svolgendo corsi in diverse regioni e attività di sostegno alla famiglia tramite i consultori.

Venerdì 20 febbraio, dalle 17 alle 19 nella Sala Conferenze del Museo di Sant’Agostino di Genova (piazza Sarzano 5), il CIF presenta l’incontro con Francesca Caprini, giornalista e presidente dell’associazione Yaku. Verrà inoltre presentato il libro Donne per un altro mondo (Gabrielli editore, 2008), a cura di Paolo Moiola e Angela Lano. Interverranno il presidente nazionale CIF Anna Maria Pastorino, Graciela Del Pino, presidente del coordinamento ligure Donne latino americane, Emilia Grossi Bianchi, pari opportunità del Comune di Genova e Silvana Piccinini della Caritas Diocesana. Conduce Luciana Torre. L’evento vede la collaborazione di Celivo – Centro Servizio al Volontariato e La Casa delle Donne.

Finalità dell’incontro con Caprini è quella di invitare le donne ad una cittadinanza attiva, che comporta identità, valorialità, diritti e doveri, riconoscere l'altro. L'educazione civica non basta: occorre un’educazione alla cittadinanza, all’appartenenza alla città. Chi esercita una cittadinanza attiva partecipa in prima persona per risolvere problemi comuni.
È necessario che le donne ricoprano ruoli chiave nella vita sociale, politica, economica.

Il libro Donne per un altro mondo racconta la storia di donne che hanno vinto il tetto di cristallo in Asia, Africa, America Latina, e che hanno costruito e stanno costruendo il tessuto sociale in questi continenti con la loro umanità. Sono donne che hanno saputo mediare, considerando le ragioni degli altri anche con la disponibilità a cambiare.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.