Concerti Genova Martedì 27 gennaio 2009

Serata prog al Teatro della Gioventù

Genova - Gran bel concerto, venerdì 23 gennaio 2008 al Teatro della Gioventù di via Cesarea. Ad aprire al serata, Il Bacio della Medusa, gruppo progressive perugino che ha al suo attivo due album (entrambi pubblicati dall’etichetta genovese Black Widow). Sebbene sicuramente evidenti le influenze esercitate sui nostri dalle migliori band anni Settanta, risultano molti gli elementi che li fanno emergere fra altre omologhe proposte, spesso troppo imitative e tediose.

Innanzitutto un'ottima vena compositiva (che affonda le radici nella cantabilità tipica del melodramma italiano, vedi Cantico del poeta errante o Melencolia), poi il piacere di lasciarsi andare a lunghe e sofferte sezioni strumentali dove si evidenziano ottime doti virtuosistiche, ben lontane da un freddo tecnicismo. Gli arrangiamenti per il live act sono d’impatto sonoro molto duro, quasi a dimenticare il lato più sinfonico fra i solchi dei dischi…

L'ensemble ci mostra le sue due anime. Da una parte un vero e proprio power trio con Federico Caprai al basso, lo stupefacente Diego Petrini alle percussioni (non avevo mai visto suonare contemporaneamente organo e batteria!) e Simone Brozzetti nei (succinti) panni del Guitar Heroe; dall’altra l’ottima Eva Morelli ai flauti e sassofoni e Daniele Rinchi al violino (oltremodo penalizzato da problemi tecnici allo strumento) ed in mezzo la potente voce di Simone Cecchini con la sua chitarra acustica a 12 corde.
Ci vengono presentati i migliori brani tratti dall’album d’esordio, la lunghissima suite Discesa agli inferi di un giovane amante e la cover (dei Black Widow dedicata alla Black Widow, label anche promotrice della serata) In Ancient Days.

La seconda parte vedeva sul palco Il Tempio delle Clessidre, gruppo genovese che presenta alla voce il “vecchio” Stefano “Lupo” Galifi (del leggendario Museo Rosenbach), alle tastiere la bella e brava Elisa Montaldo, quindi Fabio Gremo al basso (attivo anche con i Daedalus), Giulio Canepa alla chitarra e Paolo Tixi alla batteria.

Proprio dallo storico gruppo ci viene proposto un estratto della lunga suite Zarathustra, poi una manciata di nuovi brani (Insolita parte di me, L'attesa, Le due metà di una notte, Il centro sottile) che si spera presto possano venire pubblicati ufficialmente. Particolarmente apprezzato il delicato bis acustico Illusione.
La musica proposta non è, fortunatamente, derivativa e risulta davvero piacevole all’ascolto: dosando appena un po’ gli ingredienti ed aggiungendo un pizzico di personalità, l’esordio su disco non dovrebbe tardare. Mai come questa volta gli assenti hanno avuto torto.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Searching Di Aneesh Chaganty Thriller U.S.A., 2018 Dopo che la figlia sedicenne di David Kim scompare, viene aperta un'indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati:... Guarda la scheda del film