Genova Lunedì 19 gennaio 2009

Music for Peace in partenza per Gaza

Domenica 15 febbraio 2009, in occasione della partita di campionato Genoa - Fiorentina, fuori dagli ingressi dello stadio Luigi Ferraris saranno allestiti dei punti di raccolta destinati ai civili di Gaza.

Chi lo desidera potrà consegnare almeno uno dei generi di prima necessità indicati in questa lista:
Alimentari: riso, farina, zucchero, sale, legumi, pelati, tonno, carne in scatola, biscotti, miele, marmellata.
Medicinali: antibiotici, antinfiammatori, antidolorifici

Genova - Gaza. Questo nome, questa striscia di terra incuneata fra Israele ed Egitto, riecheggia incessante in tutti i notiziari delle ultime settimane. Emergenza a Gaza, così titolano molti giornali. Ed è proprio questa emergenza che ha portato un cambiamento nei programmi dei Creativi della Notte. «Per il 2009 avevamo già programmato due iniziative umanitarie, in Saharawi a partire da luglio e in Palestina da agosto – spiega Stefano Rebora –. Ma dopo quanto accaduto a Gaza, ci sono arrivate molte richieste di aiuto e abbiamo deciso di anticipare i tempi: speriamo di partire intorno alla metà di febbraio». mentelocale.it è media partner dell'iniziativa.

Ma facciamo un passo indietro, ripercorrendo la storia dell'associazione nata nel 1988, con un gruppo di Dj e Pr, capitanati da Stefano Rebora, che mettono in comune la loro esperienza nei locali notturni per organizzare eventi rivolti soprattutto ai giovani.
Da qui nasce nel 1994 l'organizzazione Creativi della notte Music for Peace, che sfrutta i momenti di divertimento organizzati in locali e discoteche per far riflettere sulla necessità di un impegno concreto di fronte ad alcune emergenze sociali e umanitarie. Dal Kosovo all'Afghanistan, dall'Iraq al Sudan, sono tante le località del mondo toccate dai volontari dell'associazione negli ultimi anni. E il successo è tale che nel 2002 diventa una Onlus.

Nasce da qui Solidarbus, un progetto di solidarietà che parte sempre dal coinvolgimento dei più piccoli, con veri e propri tour dei quattro educatori a bordo di un autobus che ha come destinazione le scuole della Liguria: «Lo scorso anno ne abbiamo raggiunte 205 fra elementari, medie e superiori, per un totale di circa 28.000 studenti. Quest'anno, sulla base di un primo calcolo, abbiamo stimato 269 scuole e 60.000 studenti, migliaio più, migliaio meno. L'aumento è dovuto soprattutto al fatto che alcuni istituti, che prima ci facevano parlare solo con poche classi, oggi ce le fanno incontrare tutte».
I volontari non solo si limitano a parlare delle attività del gruppo, mostrando anche foto e filmati delle missioni realizzate negli anni precedenti, ma al termine di ogni incontro stimolano l'apertura di un punto di raccolta all'interno di ogni istituto, a cui i ragazzi possono contribuire coinvolgendo anche parenti, amici e l'intero quartiere. E i generi raccolti sono tra i più svariati (clicca qui per l'elenco completo): «La ricerca più urgente riguarda i prodotti alimentari non deperibili e il materiale medico, dai farmaci alle stampelle a bende e garze. Ma cerchiamo anche oggetti di altra natura, come macchine da cucire o computer. Per esempio, lo scorso anno abbiamo portato in Saharawi tre autobus».

Oltre ai punti di raccolta allestiti nelle scuole e in aziende e negozi della regione, l'associazione ha due sedi principali presso cui si può portare il materiale: l'ufficio di via Borgoratti e il magazzino di Voltri in cui avviene lo smistamento. La consegna avviene poi direttamente sul posto «con la distribuzione famiglia per famiglia dei pacchi alimentari e la consegna agli ospedali dei medicinali».
Il progetto con le scuole avrà poi il suo punto culminante nel mese di giugno con il Solidarbus Festival, un evento musicale «dove il biglietto di ingresso non viene pagato in denaro, ma con generi di prima necessità».

di Marta Traverso

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Jurassic World Il regno distrutto Di J.A. Bayona Azione, Fantascienza, Avventura U.S.A., Spagna, 2018 Sono passati quattro anni da quando il parco tematico di Jurassic World è stato distrutto dai dinosauri scappati dalle gabbie di contenimento; Isla Nublar adesso è un luogo selvaggio abbandonato dagli umani dove i dinosauri sopravvissuti... Guarda la scheda del film