Concerti Genova Mercoledì 7 gennaio 2009

Marco Cambri: poeta, cantante, contadino

Genova - Genova, si sa, è avara con i suoi talenti: ha ritrosia a manifestare entusiasmi e così succede che bravi artisti come Marco Cambri siano sconosciuti o apprezzati solo dalla stretta cerchia dei loro ammiratori. Eppure Cambri non ha nulla da invidiare a Gian Piero Alloisio, Max Manfredi o Ivano Fossati – per citare alcuni altrettanto bravi cantautori genovesi.

Ho conosciuto Marco qualche anno fa tramite comuni amici e, dopo averlo ascoltato cantare, sono rimasto piacevolmente sorpreso: toh, un poeta, cantante e contadino che conserva una memoria e un’arte di raccontare che incanta. Sì, Marco Cambri prima è un poeta, poi un cantautore e insieme, per sua scelta, un contadino della Fontanabuona. Per questo sa incarnare uno spirito ligure dove, guardando il mare, si respira la terra odorosa di erba selvatica; dove si incontra l’ardesia e l’ulivo. Marco Cambri canta: e a curpi de prïa all'affia a messuïa - a colpi di pietra affila la falce. Canta in dialetto e non saprebbe farlo diversamente se non in quel genovese terraneo, dove a colpi di pietra si affina anche un carattere schivo, eppure ricco di sentimenti poetici.

Marco Cambri canta ancora: Prïa neigra che o meistro o sa spaccâ. Prïa neigra i schaen d'a scâ. Prïa neigra e ciappe do portâ. Prïa neigra coverte e cà – Pietra nera che il maestro sa spaccare. Pietra nera gli scalini della scala. Pietra nera le lastre del portale. Pietra nera coperte e case.
Parole che descrivono, in semplici passaggi, tutta la genovesità del carattere. Nel suo sito web potrete ascoltare alcuni secondi delle canzoni e insieme leggere i testi, con la traduzione a fronte.
Mentre Fabrizio De Andrè è arrivato a Nuvole e a Creuza de ma - per me il suo capolavoro - Marco Cambri parte, con la stessa musicalità, dal dialetto. Ivano Fossati e Fabrizio De Andrè l’hanno sicuramente influenzato; lui lo dichiara: Ascoltandoli ho trovato il coraggio di provare. Il risultato è a mio parere buono.

Chi volesse ha la possibilità di ascoltarlo in concerto venerdì 9 gennaio alle ore 21 al Teatro della Gioventù, in via Cesarea 14. Sarà una bella sorpresa. Questa è un’occasione anche per conoscere i musicisti che lo accompagnano, e anche qui le sorprese non mancano. Sono un gruppo di eccellenti artisti: Marco Cravero, Filippo Gambetta, Roberto Izzo, Pino Parello, Marica Pellegrini e Fiorella Zito.

Per contattare Marco Cambri: info@marcocambri.it

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film