Concerti Genova Lunedì 22 dicembre 2008

Classica per le feste al Carlo Felice

È Natale, ma non tutti sono buoni. Non lo si può essere sempre, e lo dimostra Andrea Ottonello, esponente della community di mentelocale.it ed esperto di musica classica, che regala una fantastica critica del coro delle voci bianche, che definisce perfette e professionali, mentre ha solo carbone per i solisti del vivaio del Conservatorio Paganini.
Noi della redazione non eravamo presenti. Voi c'eravate? Mandateci un vostro intervento all'indirizzo .

Genova - C’è anche il Carlo Felice a farla da padrone in questo finale di anno con la sua musica: sabato sera (20 dicembre) è andato in scena il concerto di Natale. Diciamolo subito: l’unica nota di colore era costituita dagli abiti sgargianti (in alcuni casi, davvero improponibili) dei solisti presi in prestito dal Conservatorio Nicolò Paganini. La reazione del pubblico, infatti, che pure è accorso numeroso a gremire la platea, non è stata di quelle memorabili, complice forse anche la musica non eccessivamente seducente di Gabriel Pierné. Il suo Les Enfants à Bethléem ha però dato la possibilità al coro di voci bianche istruito da Gino Tanasini di mettersi ancora una volta in splendida luce: perfettamente calati nel ruolo dei fanciulli stupefatti di fronte al mistero della nascita del Salvatore, i loro interventi si sono succeduti con grande professionalità, precisione, e con una magnifica unità d’intenti; una realtà preziosa, cresciuta negli anni, che ci auguriamo destinata a sfide sempre maggiori.

Spiace rilevare invece come le voci che dovrebbero costituire il meglio del vivaio del Conservatorio siano risultate la componente meno riuscita del concerto, evidenziando inquietanti carenze dal punto di visto tecnico (su tutti Sara Cappellini Maggiore, ma anche Se Mun Chang, Elisabetta Isola, Laura Catrani, Ugo Kim, Min Lee Byung, Carlo Prunali) – intonazione, fraseggio, seria difficoltà nel controllo dell’emissione del suono – con la sola eccezione di Chiara Bisso, una Santa Vergine discretamente accorata e dalla vocalità più morbida. Ha brillato invece la voce recitante di Alessandro Marini, giovane e promettentissimo diplomato alla scuola del Teatro Stabile.

Christopher Franklin, il direttore d’orchestra, ha puntato tutto sulla sua ottima tecnica di braccio per condurre in porto un’esecuzione fatta di molte note e ben poca interpretazione, barcamenandosi in una concertazione di fatto inesistente, soprattutto a livello di equilibrio sonoro tra le varie sezioni dell’orchestra e di quest’ultima nel suo insieme in rapporto alle voci soliste e ai cori, specie nella seconda parte del concerto, con la suite da La notte di Natale di Rimskij-Korsakov, in cui approssimativa è risultata peraltro la prova del coro del Teatro.

Il prossimo appuntamento, nato in queste ore di turbolenza, spontaneamente, dai lavoratori del Teatro, è domenica 28 dicembre 2008 alle 15.30, con un concerto aperto alla città diretto da un grande direttore d’orchestra genovese – che ahinoi per fare questo mestiere è dovuto emigrare in Germania – Fabio Luisi. Protagonista sarà la musica di Beethoven (con la celeberrima Settima sinfonia) e di Verdi. Attenzione: i biglietti gratuiti vengono distribuiti lunedì 22 dalle 15 alle 18 e martedì 23 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, presso l’atrio del Teatro. È un appuntamento da non mancare.
E, per chi ancora non ne avesse abbastanza, segnaliamo infine il concerto di Capodanno, alle ore 16 del 1° gennaio, con la grande musica degli Strauss. Sul podio, ancora Fabio Luisi.
Auguri di Buon Natale a tutti!

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film