Concerti Genova Martedì 25 novembre 2008

Musica live, a Genova non si può

Da tempo ci occupiamo di musica in città, spazi per esibirsi dal vivo e movida. A gennaio 2008, il nostro articolo sulla ha innescato un dibattito sulla mancanza di spazi dedicati alla musica a Genova. Vari gli interventi che si sono succeduti: da a , dal cantautore a , , fino a , e di nuovo .
Sono poi intervenuti anche , , , dell'associazione Onde Sonore, e .
Stimolati dalla discussione, abbiamo anche ricordato la movida di una volta con un articolo sul di Claudio Pozzani e abbiamo sentito il parere di alcuni addetti al settore: ancora , che gestisce l'agenzia ed etichetta discografica Suiteside, il promoter , dello ZeroDieci, il sociologo .

Oggi pubblichiamo l'intervento di Valentina Avena alias Flynees, cantante dei genovesi Murdok: «non solo gli spazi per esibirsi sono pochi - afferma -, ma i locali non pubblicizzano nemmeno i concerti e le paghe per i musicisti sono misere».

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a o lascia un commento a fondo pagina.

Genova - Salve sono Flynees, cantante dei "Murdok", rock band.
A Genova tra i locali che propongono musica dal vivo si trovano il Sound Village in via XX Settembre, il Bicu',il Bon fin (passeggiata a mare Nervi), il famosissimo Bull Dog (entroterra, Serra Riccò), il Dott.Jekill&Mr.Hide (Recco), il Pix Pub...
In realtà, però, questi locali non possiedono un metodo pubblicitario coinvolgente e, qualora si presentino eventi, non fanno altro che appendere una locandina fuori dal locale sperando che venga considerata dai clienti, ignorando che, il più delle volte, entrando in un locale, non si fa caso nemmeno all'avviso scritto di un gradino dopo la soglia della porta!

Gli stessi locali logicamente non si sforzano a cercare le band, solitamente sono proprio i gruppi a proporsi (e sono sempre più numerosi) che pur di far sentire il loro lavoro (ore e ore di prove, studio minuzioso di spartiti e investimenti sulle attrezzature a volte anche solo per pagare la sala prove!) sono costretti a scendere a compromessi con i proprietari per il loro compenso (paradossalmente i titolari dei locali vorrebbero essere pagati loro per lo spazio concesso).
Ricapitolando, per le band a Genova si offre: pochi spazi per esibirsi, pubblicità per il loro evento equivalente a zero e conseguente pubblico disinteressato che magari si trovava li per caso, paga insufficiente per ammortizzare anche solo le spese di manutenzione degli strumenti.

Vogliamo darci una svegliata? La musica dal vivo confrontata con una serie di altri eventi ha l'apice di gradimento e allora perché non lo sfruttiamo? Anche locali che avrebbero la metratura per proporre questi svaghi non se ne preoccupano minimamente. Così facendo Genova non crescerà mai né in divertimenti né in turismo. Proprio così. Anche perché il turista del 2009 va a cercare il divertimento e si sa che qui siamo veramente scadenti in questo, sappiamo solo proporre discoteche monotone e monotematiche che si contano sulle punte delle dita!
L'unione fa la forza, cerchiamo tra tutti di proporre e di proporsi al fine di cambiare l'immagine di Genova in sè.

Potrebbe interessarti anche: , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi , A Genova la nave di Vasco Rossi personalizzata per il tour: destinazione Cagliari

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Canova Di Francesco Invernizzi Documentario 2018 Ci sono dei luoghi comuni, dei "must", che vengono utilizzati per sintetizzare dei concetti, dei gusti, o delle narrazioni. In un certo ambito culturale, non per forza ricercatissimo o raffinato, per indicare qualcosa di classico, di bianco, di quieto... Guarda la scheda del film