Toni Servillo: «la lettura? È uno sport» - Genova

Libri Genova Mercoledì 8 ottobre 2008

Toni Servillo: «la lettura? È uno sport»

Genova - Ha indossato la maschera del Divo Andreotti per Paolo Sorrentino; ha interpretato il ruolo di un camorrista impegnato nel settore dell'ecomafia per Matteo Garrone in Gomorra.
Venerdì 10 ottobre Toni Servillo, uno degli attori più apprezzati in Italia e all’estero, torna a Genova. E dico “torna” perché lui, che grazie alle tournée teatrali gira l’Italia tutto l’anno, ama il capoluogo ligure in modo particolare. L’ultima volta è stato qui in vacanza, nel giorno di Pasqua. «Con viva emozione ho accettato l’invito a portare a Genova il mio reading poetico», spiega Servillo, «si tratta di una serata dedicata ai versi di Caproni, Cavalli, Di Giacomo e Marcoaldi. Apro sempre il reading con la Litania contenuta nella raccolta Il passaggio d'Enea di Giorgio Caproni. L’idea di leggerla a Genova, città che il poeta ha amato molto, mi emoziona».

L’evento fa parte degli appuntamenti di punta di Ottobre, piovono libri, che da tre anni si impegna a diffondere la passione per la lettura. La serata di poesia, organizzata da Centro per il Libro e la Lettura e il Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa, in collaborazione con lo Stabile di Genova e Teatri Uniti, si svolgerà venerdì 10 ottobre, ore 20.30, ai Magazzini del Cotone (Porto Antico) nella Sala Maestrale del Centro Congressi.

«Il filo che unisce le letture è il rapporto dell’uomo con la città e con lo spazio urbano monumentale», spiega Servillo, che ha scelto personalmente il programma poetico della serata: «due autori classici del passato incontreranno due contemporanei. Dalla Genova di Giorgio Caproni alla Napoli di Salvatore di Giacomo (Lassamme fa' Dio... della raccolta Vierze nuove), fino alla Roma di Patrizia Cavalli (Aria pubblica); e poi la provincia di Franco Marcoaldi, di cui leggerò l’inedito L'uomo e la città, scritto apposta per l’occasione».
La lettura è per Toni Servillo un vero e proprio sport: «praticarla è la migliore profilassi per stare bene. Purtroppo non tutti amano leggere. Ai giovani che vogliono avvicinarsi ai classici suggerirei di iniziare con I promessi sposi. Una lettura che mi è stata molto utile ai tempi del Ginnasio».

E tra una lettura e l’altra, Servillo continua a dividersi fra il teatro e il cinema: «l’attore moderno, se ne ha la possibilità, deve saper fare entrambi. Il teatro è il mio lavoro quotidiano; il cinema invece lo faccio d’estate, quando finiscono le tournée. Il 2008 è stato per me un anno importante, sia nel teatro che nel cinema. Ma di teatro si parla sempre poco: le persone dovrebbero leggere di più, ma dovrebbero anche frequentare maggiormente i teatri».

Potrebbe interessarti anche: , BookPride 2019: impossibile resistere ai libri , Lo Stato Sociale: Sesso, droga e lavorare, un romanzo collettivo per scendere negli inferi della precarietà , Tutti i giorni è così, Centazzo svela i segreti di Cala Marina , Centazzo, Il libretto rosso dei pensieri di Miao: istruzioni per una società gatto-comunista , Ilja Leonard Pfeijffer con La Superba in finale al Premio Strega Europeo 2019

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.