Concerti Genova Martedì 16 settembre 2008

The Wrong Object, un inferno sonoro

Genova - Con i Soft Machine, discografico, puoi andare tranquillo, ma quando ti si presenta una band belga dai tratti bizzarri (chitarre synth, tromba, flicorno, sax tenore, basso, batteria e loop imbizzariti)? Che fare? E poi, con quel nome: The Wrong Object. Quando si dice pigliare un granchio… il producer Pavkovic se la gioca e la sua scommessa si chiama Stories From The Shed (Moonjune – 2008).
Se il buon disco si sente (già) dalla prima traccia, possiamo stare tranquilli. In fondo, questo oggetto sbagliato è un po’ un figlioccio di Hopper e compagni. Ma c’è qualcosina di diverso. Di più autonomo.

Provate ad immaginare Goran Bregovic che ingaggia nella sua band il Fripp di Lark’s Tongue In Aspic con il sax di John Zorn, la tromba di Mark Isham, magari rubando qualche loop dall’archivio dell’ultimo Wyatt. L’effetto dell’opener Sonic Riot At The Holy Palate è impressionante, ma non aspettatevi che i nostri si seggano dando (solo) sfoggio di bravura tecnica. Nella loro calcolata rappresentazione di accostamenti errati sviluppano codici da generi. E riducono ogni genere in un codice cifrato entro cui inserire un’imprevedibile chiave d’interpretazione.

Una tromba davisiana per capire il drumming alla Copeland, per esempio (15/05). Giochi di specchi, falsi piani e accenti spostati da fare perdere la tramontana (Sheepwrecked) oppure masse sonore dissonanti al limite del fastidio (Acquiring The Taste, nulla a che spartire con i Gentle Giant) o dai contorni space (Waves And Radiations). Le compulsioni nevrotiche di un basso distorto ci conducono nell’inferno sonoro di Lifting Belly, mitigato dall’apporto soft dei fiati. Qualche effetto zappiano alla Blessed Relief presto sabotato dai distorsori (Malign Siesta), quindi le citate consonanze con i Soft Legacy tra sperimentalismo e jazz (Theresa’s Dress con reprise e Rippling Stones), esplosioni rumoristiche ammazzafusion alla Naked City (Strangler Fig) e poi, verso gli ultimi suoni, classe (Saturn) e commistioni sempre più azzardate ma con vero e autentico mestiere (The Unbelievable Truth… con un divino solo del chitarrista Michel Delville tra Frank Zappa e Mike Stern). Per niente facili, questi CD sempre meno allineati…

Alla fine dei giochi, tra le righe (delle track) si percepisce l’aria di un concept ermetico e surreale, dai contorni inquietanti tra pecore naufragate e pance rimesse a nuovo, sino all’incredibile verità.
Il resto – che arriva appena monta la voglia di riascoltare daccapo le Stories - è tutto da scoprire, anzi, da carpire. Non necessariamente da capire…
Ah, dimenticavo: scommessa vinta.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film