Concerti Genova Mercoledì 27 agosto 2008

Movida: «costretta a lasciare casa»

Lunedì 4 agosto 2008 è entrato in vigore un nuovo regolamento varato dal Comune di Genova sugli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali. Tra i punti dell'ordinanza, spicca l'obbligo di chiusura anticipata dei locali del centro storico: all'una l'ultima somministrazione, all'una e mezza la chiusura. Per le serate di venerdì e sabato (ma anche prima delle festività), l'orario limite è posticipato alle due di notte.
Si parte con un mese di prova, poi arriveranno le sanzioni per chi non rispetta le regole: alla quinta infrazione nell'arco di 12 mesi è prevista la revoca della licenza.

Inoltre da sabato 9 agosto è in vigore un’ordinanza con cui si vieta l’uso bevande alcoliche in contenitori di vetro e/o metallo dalle ore 22.00 alle ore 6.00 in alcune località del centro storico (piazza Caricamento, via di Sottoripa, piazza delle Erbe, piazza San Bernardo, salita Pollaioli, piazza della Commenda, via e piazza della Maddalena, Area Expo).
La sanzione per i trasgressori sarà dai 25 ai 500 Eu, salvo che il fatto costituisca reato.
I città si è subito creata una certa tensione, sono fioccate la prime multe, le vie in questione sono presidiate dagli agenti, e si orecchia di manifestazioni (pacifiche) in centro.

A seguito di questi nuovi regolamenti, si è scatenato il dibattito. Dopo lo sfogo di , hanno risposto , , , , , , e , , , e

Oggi pubblichiamo il contributo di Cinzia.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a

Scusate lo sfogo ma è necessario. Non mi trovo certo d'accordo sull'ultimo commento del ragazzo universitario. Ho vissuto per scelta e comodità di lavoro dieci anni nel centro storico (famigerata piazza delle Erbe) e non ho mai avuto problemi di nessun genere.

Ahimè, purtroppo sono iniziati con la famosa movida, iniziando a non avere vita facile e da due anni ho preso l'amara - per me - decisione e ho cambiato completamente zona. Ora ci impiego il triplo ad arrivare al lavoro ma vivo tranquilla. Ci pensate a quelli che fanno i turni?
Non si dormiva più, quindi andare al lavoro era sempre più dura, rispetto zero assoluto, arrivare sotto casa mia con l'auto impossibile. Nonostante pagassi il permesso, tra le altre cose.

Una volta cercando di passare ci hanno messo le bottiglie di birra sotto le ruote e cercavano la lite, tant'è vero che sono intervenuti i poliziotti. Un'altra dovendo andare di corsa all'ospedale è stato un incubo. Ci pensate se deve arrivare un'ambulanza? No, non credo possa interessare alla fiumana di gente che fa di tutto per bloccarti il passaggio.
Se per caso il portone rimaneva aperto la mattina c'erano bottiglie, bicchieri e laghi puzzolenti (vi lascio immaginare), scritte continue sui portoni e tanto altro. Voglio dire è questo il divertimento?

A proposito non sono centenaria, tutt'altro, e capisco la voglia di divertimento ma può essere intesa in questo modo assurdo? A proposito non è che da quando esiste la movida la vita sotterranea non esista, anzi. Tutto alla luce visto che dalle finestre si vedevano gli angoli della via ben trafficati e visto che aumentando il passaggio aumentava lo smercio. E non ditemi che non è così!

Cinzia

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film