Concerti Genova Giovedì 14 agosto 2008

Movida: «spostiamola in via Venti»

Lunedì 4 agosto 2008 è entrato in vigore un nuovo regolamento varato dal Comune di Genova sugli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali. Tra i punti dell'ordinanza, spicca l'obbligo di chiusura anticipata dei locali del centro storico: all'una l'ultima somministrazione, all'una e mezza la chiusura. Per le serate di venerdì e sabato (ma anche prima delle festività), l'orario limite è posticipato alle due di notte.
Si parte con un mese di prova, poi arriveranno le sanzioni per chi non rispetta le regole: alla quinta infrazione nell'arco di 12 mesi è prevista la revoca della licenza.

Inoltre da sabato 9 agosto è in vigore un’ordinanza con cui si vieta l’uso bevande alcoliche in contenitori di vetro e/o metallo dalle ore 22.00 alle ore 6.00 in alcune località del centro storico (piazza Caricamento, via di Sottoripa, piazza delle Erbe, piazza San Bernardo, salita Pollaioli, piazza della Commenda, via e piazza della Maddalena, Area Expo).
La sanzione per i trasgressori sarà dai 25 ai 500 Eu, salvo che il fatto costituisca reato.
I città si è subito creata una certa tensione, sono fioccate la prime multe, le vie in questione sono presidiate dagli agenti, e si orecchia di manifestazioni (pacifiche) in centro.

A seguito di questi nuovi regolamenti, si è scatenato il dibattito. Dopo lo sfogo di , hanno risposto , , , , , , e , , ,

Oggi pubblichiamo il contributo di Stefania Giuliana.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a

Genova - Scrivo solo per farvi partecipi di un pensiero che mi è sorto leggendo i commenti sulla questione della movida nel centro storico. Pensavo a quanto sia incredibile che a pochi passi ci sia una via come venti settembre che la sera è quanto di più triste e lugubre si possa trovare.
E stiamo parlando del cuore di Genova.

Gli abitanti del centro storico hanno tutto il diritto di poter godere delle proprie abitazioni, senza dover impazzire per il rumore e trovo assurdo pensare che si debba delegare alla movida il compito di tenere alla larga dai carrugi la microcriminalità, questo è un compito che spetta solo alla pubblica amministrazione! La stessa che ha concesso permessi per aprire decine di locali in un quartiere abitato, mentre via venti settembre, che proprio per la sua natura sarebbe stata perfetta per diventare il cuore del divertimento notturno, la sera è più triste del cimitero di Staglieno.

Immaginatela di sera, resa disponibile solo ai pedoni, con i suoi portici illuminati dai locali e le strade piene di gente, non sarebbe questa un'immagine degna di una città che vuole diventare moderna?

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Un altro me Di Claudio Casazza Documentario Italia, 2016 Guarda la scheda del film