Concerti Genova Lunedì 4 agosto 2008

I locali chiudono presto? No problem

A seguito del nuovo regolamento varato dal Comune di Genova sugli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali, ha scritto alla nostra redazione: «ci sono posti dove all'una si esce di casa. Ci si lamenta tanto che Genova è vecchia, ma in questo modo diventa più dormitorio di quello che è già».

Dopo il suo sfogo, riceviamo e pubblichiamo la risposta di Giulia: «la vecchiaia - scrive - è una questione di mentalità, di elasticità mentale, non di orari di chiusura dei locali».

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a

I locali chiuderanno all'una o al massimo alle 2? Non mi pare una tragedia, anzi.

Sono una ragazza genovese, studentessa universitaria, trascorro spesso il venerdì sera nei vicoli nella zona delle Erbe, quindi movida e tutto il resto...
Frequento soprattutto locali in cui si fa musica dal vivo e accolgo positivamente la nuova regolamentazione riguardo la chiusura dei locali.
Mi è capitato più volte di dover aspettare l'inizio del concerto, previsto alle 22/22.30 fino a mezzanotte o all' una...e francamente è una seccatura, specie per il portafogli.
Nell'attesa non si può mica stare in un locale senza consumare nulla, così si inizia bevendo una birra, poi però è ancora presto, nessuno ha ancora iniziato a suonare, così giù un altra...magari poi un cocktail...i gestori dei locali ne saranno ben contenti, ma a fine serata mi ritrovo al verde...ipotizziamo le spese della serata: birra, birra, concerto, tessera Arci, magari anche il posteggio, visto che trovarlo non a pagamento è praticamente impossibile! Un bel pò di roba, considerando che alla serata si potrebbe aggiungere una cena fuori o un cinema o magari una fuga in discoteca.

Aggiungo che nel centro storico non vi sono solamente giovani con tanta voglia di svago e baldoria, e io sono la prima a volersi divertire, ma anche famiglie, magari gente anziana o che l'indomani si alza presto per lavorare, che dovrebbe poter dormire senza sentire schiamazzi fino all'alba.
Penso che la movida dei giovani e il riposo dei cittadini possano convivere, in un ottica di rispetto. Penso sia un buon compromesso: noi facciamo casino fino alle 2, e da quell'ora in poi chi vorrà riposare potrà farlo.
Aggiungo ancora che uscire a mezzanotte e rincasare alle 6 fa molto figo e fa tendenza, ma consiglio di godersi le giornate anche alla luce del sole, che mette di buon umore.
La vecchiaia di Genova è una questione di mentalità dei suoi abitanti, di scarsa elasticità mentale, non di orari di chiusura dei locali.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il complicato mondo di Nathalie Di David Foenkinos, Stéphane Foenkinos Drammatico 2017 Nathalie Pêcheux è una professoressa di lettere divorziata, cinquantenne in ottima forma e madre premurosa finché non scivola verso una gelosia malata. Se la sua prima vittima è la figlia di diciotto anni, Mathilde, incantevole... Guarda la scheda del film