Concerti Genova Gog - Giovine Orchestra Genovese Martedì 27 maggio 2008

Gog: presentata la stagione 2008/2009

Genova - La Giovine Orchestra Genovese (Gog) chiude l'edizione 2007-2008. Nel giorno del concerto finale, puntualissimo, arriva il calendario della prossima stagione. Ventisette soirèe, dal 13 ottobre 2008 al 25 maggio 2009 – nel nome di Mozart, Bach, Bartók, Schönberg ma non solo, con tanti grandi nomi della musica classica contemporanea. A cominciare dal direttore e pianista israeliano Daniel Barenboim, passando per Andreas Schiff, Grigory Sokolov (che ormai è di casa) alle grandi orchestre come l’Amsterdam Baroque Orchestra e la Franz Liszt Chamber Orchestra. «Non ci facciamo mancare niente», dice Pietro Borgonovo, direttore artistico. Anche quest’anno il prezzo degli abbonamenti è bloccato, con sconti per chi acquista prima dell'11 luglio 2008.
La presentazione avviene nella nuova sede dell’associazione, in Galleria Mazzini 1, a due passi dalla sala del Carlo Felice dove si tengono i concerti. Uno spazio più adatto ad incontrarsi, «e dove organizzare anche qualche concerto di buona musica», dice il Presidente Nicola Costa.

Nell'occasione sono state presentate anche altre due iniziative collaterali. La prima è il convegno Nime 2008 – che avrà luogo dal 4 al 7 giugno 2008 presso Casa Paganini. Si tratta di un importante meeting in cui si discutono le ultime scoperte nel campo della liuteria digitale. Inoltre, dal 16 giugno al 7 luglio 2008 – la Gog organizza un mini ciclo di concerti in collaborazione con il Museo Diocesano, dal titolo Architettura e suono. Apre l’esibizione di Ton Koopman (16 giugno), il quale il 6 aprile 2009 dirigerà sul palco del Carlo Felice La Passione secondo Matteo di Bach, eseguita dall’Amsterdam Baroque Orchestra.

«È un momento significativo per la nostra associazione - dice Nicola Costa - che ha attraversato quasi tutto il Novecento senza mai venire meno alla missione affidatale dal fondatore Padre Semeria, e tra poco compirà cento anni (nel 2012 n.d.r.)». E prosegue: «la Gog per Genova è ciò che in economia si dice un valore aggiunto, una casa di vetro dalle regole trasparenti». Con i suoi 900 abbonati all’anno, l’istituzione genovese è la quinta in Italia nel suo settore e la seconda a Genova, dietro al Teatro dell’Opera. Tra i suoi partner figurano Comune e Provincia di Genova, Regione Liguria, la Compagnia di San Paolo, Società Commerciale e finanziaria s.r.l., Premuda e il Banco di Chiavari. «Trovo incomprensibile, invece, il cambiamento di direzione della Fondazione Carige, che nel suo nuovo corso ha deciso di non sostenerci più».

Il cartellone
Daniel Barenboim viene a Genova il 26 gennaio 2009. Eseguirà musiche di Mozart, Schönberg e Boulez. Ma la presenza alla Gog del direttore d'orchestra israeliano con passaporto palestinese è fortemente simbolica. «Condivido molte delle sue idee – dice Borgonovo, che prosegue – lui è convinto che la musica possa diventare un forte elemento pacificatore, attraverso l'educazione ad un ascolto consapevole, perché la musica è sempre un dialogo».
C'è tanto Mozart nel programma: non passa mai di moda e, dice Borgonovo citando un passaggio del musicologo Massimo Mila, «la sua opera contiene tutta la pienezza della vita». Il direttore della Gog spiega che alcuni concerti mozartiani di quest’anno saranno nella stessa tonalità: «un elemento fondamentale per la trasmissione delle emozioni».
Hanno in programma Mozart la Franz Liszt Chamber Orchestra (13 ottobre), Grigory Sokolov (1 dicembre), la London Chamber Orchestra (15 dicembre), Barenboim, il Quintetto Fiorentino con il pianista genovese Marco Vincenzi (2 febbraio), il pianista Richard Goode (9 febbraio), il Quartetto Aviv (23 febbraio).

Ma non mancherà Bach, con al sua architettura musicale perfetta e la spazialità del suono, il cui apice si raggiungerà nel concerto del 6 aprile con l’Amsterdam Baroque Orchestra diretta da Koopman. Tornano spesso anche Bartók e Schönberg. Di quest’ultimo Borgonovo dice che: «ha dato una svolta al senso della creatività musicale nel ‘900». E prosegue: «Anche chi non è particolarmente esperto, rimane molto toccato dalla sua musica».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Macchine mortali Di Christian Rivers Azione 2018 Dopo una guerra che ha devastato il mondo in sessanta minuti, ridefinendone addirittura la geografia, Londra è diventata una città predatrice, in movimento su enormi cingoli e armata di arpioni, che ha lasciato l'Inghilterra in cerca di... Guarda la scheda del film