Concerti Genova Creativi della notte - Music for peace Lunedì 26 maggio 2008

Dieci giorni di musica al porto

Genova - Comunicare e divertire, questo in sintesi l'obiettivo di Zena Zuena 2008. La manifestazione conclusiva del Progetto Solidarbus 2008-destinazione Saharawi, di cui mentelocale.it è media partner, promossa dall'associaziazione Onlus Creativi della notte Music for peace, si svolgerà alla Sala Chiamata del Porto (piazzale san Benigno) dal 30 maggio all'8 giugno 2008 (spettacoli dalle 14 alle 2 di notte). Il biglietto di ingresso alla kermesse musicale non prevede contributo in denano ma, recuperando la filosofia dello scambio, consisterà in una raccolta di generi di prima necessità a favore del popolo Saharawi, gli abitanti di quella striscia di terra che si affaccia sull'Oceano Atlantico e che confina con Marocco, Algeria e Mauritania.

Alla presenza del senatore Mazzarello e degli assessori Vesco, Bertolotto e Tiezzi, Stefano Rebora, presidente dell'associazione Creativi della Notte, ha ribadito come «l'importante non sia solo raccogliere, ma la metodologia stessa di raccolta che, avvicinando le persone a tematiche importanti, porta a pensare senza tediarle».
Ecco allora il ricco calendario di Zena Zuena, che tra molte presenze può contare su partecipazioni importanti come Bunna degli Africa Unite (venerdì 30 maggio), Buio Pesto (sabato 31 maggio) Modena City Ramblers (domenica primo giugno), Statuto (domenica primo giugno), Orchestra Bailam (lunedì 2 giugno), Tormento (martedì 3 giugno) e Delirium (giovedì 5 giugno). Oltre alla musica, tanto il cabaret in programma. Direttamente da Zelig off, Colorado cafè e Camera Cafè si esibiranno i Turbolenti, Rossana Carretto, Nando Timoteo, Simonetta Guarino, Gabriele Mago Gentile e Riki Bokor (lunedì 2 giugno); mercoledì 4 sarà invece la volta di Max Noverese e Serena Garitta, Enrique Balbotin, Andrea Ceccon, Daniele Raco, I soggetti Smarriti, Andrea Di Marco, Carlo Denei, Roberto Giordano e Andrea Bottesini. Ma ci saranno anche danze popolari, esibizioni di tango, danze caraibiche e africane, scuole di circo e animazioni per bimbi.

«Ogni singolo contributo è prezioso - ha ricordato Rebora - e gli ospiti parteciperanno attraverso le proprie capacità artistiche». A questo proposito è bene ricordare che tutti gli artisti saranno presenti in maniera assolutamente volontaria e gratuita, nessun caché e nessun rimborso spese: un segnale che ben caratterizza il lavoro di sensibilizzazione svolto dall'associazione Creativi della notte e che ben si inserisce nel clima solidale dell'intero progetto.

La presentazione di Zena Zuena è stata anche occasione per relazionare sugli obiettivi e finalità di Solidar-scuola, costola del più ampio Progetto Solidarbus 2008. Da gennaio a maggio 2008, gli educatori di Music for Peace hanno coinvolto circa 203 istituti liguri per un totale di circa 26.000 studenti. Partendo dall'analisi socio-politica e dalla violazione dei diritti umani nei territori abitati dai Sarahawi, si è dato spazio al confronto: «crediamo che un futuro migliore sia possibile - ha ricordato Rebora - ma per farlo è necessario cambiare mentalità. La nostra vuole essere un'azione di tamponamento, ecco il perchè dell'intervento nelle scuole. I giovani possono cambiare le cose, ma per farlo ci vuole continuità di iniziative».

Potrebbe interessarti anche: , Covo di Nord-Est, crowdfunding per riaprire dopo la mareggiata: «Entro Pasqua» , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La mia seconda volta Di Alberto Gelpi Commedia, Drammatico Italia, 2019 Diciott’anni, vitale e creativa, un talento ancora da indirizzare: questa è Giorgia. Brucia dalla voglia di fnire la quinta liceo artistico ed evadere dalla provincia dove è cresciuta… la stessa in cui, per studiare all’Accademia di Belle Arti,... Guarda la scheda del film