Concerti Genova Martedì 6 maggio 2008

Il progressive nasce a Genova

Genova - Discesa agli Inferi d'un Giovane Amante (2006), questo è quanto propongono i perugini Il Bacio della Medusa. Un concept in pieno spirito anni Settanta: le fascinazioni letterarie sembrano mischiare miti che continuano ad avere presa sulla modernità (Orfeo, gli inferni e i paradisi – più o meno persi – di Dante e Chaucer, Faust e prometeismi vari). Questo loro secondo lavoro, per fisionomia e identità sonora, non è lontano da operazioni di consapevole recupero del prog italiano di oltre 30 anni fa (leggi Maschera di Cera).
Una ricostruzione fedele, attuata da validi polistrumentisti (Simone Cecchini – somiglianza quasi gemellare con Tito Schipa jr. -, un vocalist tra sax e chitarre acustiche; il batterista Diego Petrini che si destreggia anche alle tastiere vintage) capaci di contaminare la forza rock (il basso di Federico Caprai e l’elettrica di Simone Bronzetti) con il morbido nitore degli archi (Daniele Ronchi) e le volubilità dinamiche di flauto e ottavino (Eva Morelli). Gli archetipi, alla base di questa catabasi sonora, si chiamano Museo Rosenbach, Osanna, Banco del Mutuo Soccorso (guardate un po’, condividono lo stesso acronimo…BDM), Rovescio della Medaglia e Delirium.

I Vortico, ad essere precisi, sono una variante della band pescarese gothic metal Blood Stamed Host che, messa in stand-by, con l'aggiunta del cantante Rocco De Simone, avrebbe iniziato un nuova avventura “più morbida”. Il Cd omonimo (uscito nel 2007) esprime fedeltà alle origini doom-hard rock del gruppo, tanto che si fatica parecchio a cogliere presunti addentellati progressive.
I brani, in Italiano, si reggono su una solida struttura ritmica, stemperata dall’uso orchestrale delle tastiere e sulla voce di De Simone tra Osbourne e Dickinson. Un sound che, sulla carta, vorrebbe richiamarsi agli anni Settanta ma che in realtà, soprattutto per l'utilizzo degli effetti sulle chitarre, tradisce elaborati sonici post-90. Tra Judas Priest e Queensrÿche, con una vaga eccezione (e accezione) vandergraafiana nell'epica Desiderio mortale.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Klimt & Schiele Eros e Psiche Di Michele Mally Documentario 2018 Riporta la data "1900" la pubblicazione de "L'interpretazione dei sogni" di Freud, libro terminato l'anno prima, ma che l'autore voleva segnalare come passaggio del nuovo secolo: quella nuova era in cui la psiche umana, finalmente studiata e risvegliata,... Guarda la scheda del film