Concerti Genova Giovedì 24 aprile 2008

«Sul palco non facciamo prigionieri»

Genova - Miglior rivelazione indie-rock del 2007 secondo il MEI, gli LNRipley hanno suonato sullo stesso palco di Afterhours e Tiromancino, nonché prima di un certo Fat Boy Slim, a Jesolo nel 2006.
La voce è di Victor, vocalist dreadlocks fornito, approdato al drum'n'bass dopo aver prestato le corde vocali a reggae, house, elettronica. Con lui fanno parte del collettivo Ninja dei Subsonica (batteria), Pierfunk e Verror (basso), Alebavo e Succo (Groovebox).
Su My Space trovate la loro cover di Killing in the Name dei mitici Rage against the Machine (che tra l'altro tornano insieme in Italia il 14 giugno 2008 a Modena, e che tra l'altro Victor a Zack de La Rocha un po' c'assomiglia). Qualcuno dice che è la paraculata del loro disco, in generale un ottimo lavoro drum'n'bass (anzi punk‘n’bass) uscito nel 2007. A noi piace, deggustibbus.
LNRipley viene dalla protagonista di Alien (Sigourney Weaver): «Come lei siamo forti, determinati, cattivi. E non facciamo prigionieri durate i nostri live», dice Victor.

Come è nata la cover dei Rage? «Durante una serata ai Murazzi (è il fulcro della vita notturna e musicale torinese n.d.r.) è stata messa quella canzone, ci siamo guardati e abbiamo iniziato a urlare. Lì abbiamo capito: facciamola». Non è così che nascono tutte le loro canzoni: alcune vengono da un riff di voce di Victor: «come Criminal», ovvero la prima traccia del disco. Altre da una base. Come ti sei avvicinato al drum'n'bass? «Per anni ho cantato reggae, e poi su basi house, tutto ciò che era french touch, l'ondata berlinese. Nel 2003/2004 ho iniziato con il drum'n'bass e non ho più smesso. È un genere che ti permette di spaziare come nessun altro attraverso altri generi: posso cantare reggae, raggamuffin’, rap, soul». Il drum'n' bass è scoppiato negli anni Novanta: «sì io appartengo più ad una seconda generazione di fan e seguaci, legati alle correnti minimal, liquid, jump up».

Nel cassetto ci sono già dieci nuove canzoni pronte per il prossimo album: «ma non credo che uscirà presto. Ci lavoreremo durante l’estate», dice Victor. In cantiere una collaborazione con Madaski per il Dub Sync. «Il dub è un altro genere che mi sta prendendo molto, nel prossimo disco ci saranno sicuramente influenze in questo senso».
Genova è la seconda città preferita da Victor: «la prima è quella in cui abito. Ci sono molte parentele». Ho letto che ha citato anche quella calcistica tra Toro e Genoa: sei torinista? «In realtà solo a metà, sono anche un po’ milanista. Comunque sono tutte e due gemellate. Forza Borriello!».

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La vita è facile ad occhi chiusi Di David Trueba Commedia Spagna, 2014 Spagna, 1966, in pieno regime franchista. Un professore che usa le canzoni dei Beatles per insegnare l’inglese ai suoi alunni viene a sapere che John Lennon si trova in Almeria (Andalusia) per girare da attore il film “Come ho vinto la guerra”.... Guarda la scheda del film