Concerti Genova Lunedì 21 aprile 2008

Fiorella Mannoia canta per Emergency

Genova - Un mese fa vi abbiamo presentato l'ultima iniziativa di Vauro Senesi, il vignettista de Il Manifesto nonché porta voce di Emergency. Si tratta della mostra itinerante Adotta un disegno, alla quale hanno partecipato parecchi artisti di fama - Carla Accardi, Ben Vautier, Paul Fryer, Massimiliano Fuksas, Daniel Buren – i quali hanno interpretato i disegni dei bambini che vivono in zone di guerra dove è presente l'associazione di Gino Strada. Parallelamente è stato realizzato anche il progetto musicale Canzoni per loro, al quale hanno partecipato artisti come Jovanotti, Zucchero, Daniele Silvestri, Franco Battiato, Carmen Consoli e Fiorella Mannoia.
Quest’ultima sarà a Genova mercoledì 23 aprile 2008 alle 18.00 nel Sottoporticato di Palazzo Ducale, in occasione di un incontro aperto al pubblico organizzato nell'ambito della mostra. Interverranno all'incontro Teresa Strada, Stefano Senardi e Luca Borzani. Il cd canzoni per loro contiene brani inediti ed è prodotto da Radio Fandango e curato da Stefano Senardi. Fiorella Mannoia ha composto la canzone Il sogno di Alì, una ninna nanna contro la guerra.
«L'idea di abbinare musiche originali e inedite mai pubblicate su compact disc ai filmati realizzati da Vauro e Claudio Rubino sui territori di guerra dove è presente Emergency – dice Stefano Senardi – è subito e naturalmente diventata anche un motivo per realizzare un vero e proprio disco originale e unico per intenzioni e disponibilità immediata di tutti gli artisti che abbiamo interpellato. Per molti di loro si è trattato di scrivere e registrare veri e propri brani originali dedicati ai bambini vittime delle terribili guerre che devastano il mondo».

La mostra
La mostra Adotta un disegno sarà visibile a Palazzo Ducale fino all'11 maggio, dopodiché proseguirà per Torino, Milano, Firenze, Venezia, Londra, Berlino, Parigi per concludersi a New York nel 2009 dove si terrà anche un'asta presso la Phillips De Pury & Company i cui proventi saranno devoluti alla causa di Emergency. «Questa mostra è una sorta di incontro – dice Vauro – e gli incontri producono sempre pace. È stato molto facile coinvolgere tutte queste persone, si sono prestate con grande disponibilità».
I protagonisti della mostra sono soprattutto i bambini, come Alì di Lashkargar, che a causa di un proiettile nella schiena è diventato tetraplegico, o come Kualid, Samir, Said, Shiniar e Asuda, tutti vittime di mine o altri ordigni inesplosi. O ancora come Mizar, bambina sudanese malata di cuore. Per raccontare le loro storie è stato realizzato anche un film-documentario, con le voci di Vauro, Paolo Rossi e la collaborazione del reporter Rai Claudio Rubino.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film