Concerti Genova Sabato 15 marzo 2008

Il Carlo Felice ci riprova con Ferrari

Genova - Povera Cristina Ferrari, nuova direttrice artistica del Carlo Felice; per lei è la prima grande esperienza in un ente lirico italiano, e appena arrivata ha dovuto farsi in quattro per prendere le misure, in mezzo a lotte, scioperi, minacce. Così si è buttata a capofitto a disegnare un futuro per il nostro Teatro. Dopo un mese di lavoro e di contatti, questa mattina, subito dopo il Consiglio d’Amministrazione, ha presentato alla stampa le linee guida del suo mandato. Una situazione un po’ grottesca, visto che in biglietteria, qualche piano più sotto, la gente imbufalita era in coda per il rimborso dei biglietti del Trovatore, le cui recite stanno saltando tutte, una dopo l’altra (ma domani si va in scena; poi, chissà).

Comunque, l’unica cosa da fare quando si cade è provare a rialzarsi, e Cristina Ferrari non ha paura di niente e di nessuno; è cordiale con tutti, non si nega a nessuno, va dritta per la sua strada e fa il lavoro per cui è stata chiamata a Genova. Vediamo dunque cosa ci aspetta di qui a fine stagione, in aggiunta al cartellone già in corso – scioperi permettendo. Dopo una giornata di studi e un grande concerto lirico dedicato a Maria Callas il 27 maggio, riprenderà da giugno una fitta attività in “decentramento” con sei concerti sinfonico corali, sei concerti sinfonici e quattro per coro e pianoforte che porteranno la musica nei teatri della Liguria e delle regioni vicine, nelle piazze della città e della Riviera, nelle ville aperte d’estate.

A settembre il Teatro si aprirà per i concerti sinfonici della domenica pomeriggio a prezzo molto basso, per ricominciare a ospitare il pubblico meno favorito; inoltre sono previste una serie di iniziative musicali dedicate alle celebrazioni dei 180 anni dall’inaugurazione del Teatro Carlo Felice, il 7 aprile 1828. Ma ci sarà anche un concerto offerto agli abbonati con la Nona Sinfonia di Beethoven diretta dal Primo Direttore Ospite Juanjo Mena, che aprirà il “Ciclo Beethoven” della nuova Stagione Sinfonica e sarà ripetuto (12/9) per la Notte bianca di Genova, aperto alla città. Poi, in ottobre, assieme all’apertura della nuova stagione lirica (Capuleti e Montecchi di Bellini il primo titolo, con un cast d’eccezione: Sonia Ganassi, Mariella Devia, Nicola Ulivieri, e la presenza di un grande regista come Robert Carsen), cominceranno anche alcune iniziative a favore dei giovani cantanti e musicisti, con “Adotta un giovane cantante” destinata a borsisti che debutteranno in una matinée dell’opera inaugurale per le scuole, alle quali per altro sarà dedicata anche una nuova stagione in Auditorium.

Un accordo con il Teatro alla Scala porterà i vincitori del prossimo “I° Concorso internazionale di canto Luciano Pavarotti” sui due palcoscenici. Infine, c’è grande attesa per la nascita di “Opera Stage”, un corso di specializzazione per chi canta e lavora in teatro al quale hanno già aderito artisti/docenti eccezionali come Mariella Devia, Leo Nucci, Ruggero Raimondi e Pier Luigi Pizzi. Resta l’incognita di Daniel Oren (attuale Direttore Principale del Carlo Felice), che negli ultimi tempi aveva alzato la posta in gioco chiedendo senza mezzi termini la nomina a Direttore Musicale (quindi diritto di vita e morte sulla programmazione artistica di tutte le prossime stagioni), la cui stella sembra ora sulla via del tramonto. Vedremo se le tre opere previste per l’anno prossimo lo vedranno effettivamente protagonista – intanto lo aspettiamo ad aprile per La Sonnambula.


Insomma, il Carlo Felice ci riprova. Resta ovviamente l’incognita degli scioperi selvaggi, scatenati da quella parte di lavoratori che aderiscono ai sindacati autonomi, e che di fatto hanno aperto una ferita che difficilmente ora potrà rimarginarsi in tempi brevi col pubblico. Perché, giova ricordarlo, un teatro senza pubblico chiude. Cosa faranno questi signori? Daranno almeno una possibilità al Teatro oppure lo affosseranno definitivamente? Ai posteri l’ardua sentenza.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Se son rose Di Leonardo Pieraccioni Commedia Italia, 2018 Cosa succederebbe se qualcuno mandasse di nascosto alle tue ex dal tuo cellulare: "Sono cambiato. Riproviamoci!"..? È quello che accade a Leonardo Giustini giornalista che si occupa di tecnologia e innovazione per il web. Sua figlia, stanca di vedere... Guarda la scheda del film