Concerti Genova Martedì 12 febbraio 2008

Insanology: il talento di Savoldelli

Genova - Suonare la voce, cantava qualcuno anni fa. Non vogliamo in questa sede scomodare paragoni che potrebbero mettere in imbarazzo, sia l’artista, sia il paziente ascoltatore. Allora, sciogliamo per un attimo le riserve: dalle parti di Brescia c’è un vocalist capace di usare il proprio talento ugolare con maestria e creatività, Boris Savoldelli. Carneade, chi era costui? Succede sempre così, ma, prima o poi, vale la pena parlarne. E non solo perché è uscito il CD (Insanology – Mousemen 2007, distribuito da BTF).
Torniamo agli altarini da scoprire. Quando si tocca la voce nelle sue “microcosmiche” implicazioni timbrico-ritmico-armoniche, salta fuori il nome di Demetrio Stratos. Savoldelli non è Stratos. Ne è solo un appassionato. Ma è quella passione che conduce a sperimentare, attraversando febbrili traslazioni in altri mondi sonori quali il jazz (Bobby McFerrin), il rock (Ian Gillan) e il pop (dai Neri Per Caso a Renga).

Il motore stratosiano libera il cantante da qualsiasi pregiudizio, lo invita a duplicarsi nel caleidoscopico mondo delle sovraincisioni. Il piglio melodico – ciò che ci fa esclamare: «È orecchiabile» – diventa il veicolo ideale per apprezzare i numerosi avatar canori espressi dalla camaleontica cifra di Savoldelli.
È un vero piacere lasciarsi trasportare dal leggero calypso di Andywalker per planare sul rap be-bop e ossessivo di Circlecircus; con la chitarra di Marc Ribot (turnista di Costello, Capossela, Sylvian, Waits, Veloso, Zorn) in Mindjoke ci fermiamo al bivio tra Africa e America Latina (sensazione avvertibile anche in De-toxic-hatefull e in Insanology).

A proposito di “crocevia”, quello hendrixiano di Crosstown Traffic si trasforma in una sorta di reductio ad…loop, affascinante e accattivante quanto basta per mettere in luce le tinte black di Savoldelli. Ma non mancano nemmeno divertissment spiazzanti come la “gregoriana” Moonchurch o In the Seventh Year (emozionante cover del cantante jazz Mark Murphy). Felice la solarità soul di Bluchild. L’omaggio al maestro della voce degli Area sa di ghost track e ha l’indefinito titolo di Io?, contraddetto dall’incessante moto circolare e verticale dei suoni vocali.
Si tratta, in sostanza, di un lavoro molto rifinito che colpisce soprattutto per la ricetta comunicativa, anche laddove la sperimentazione detta legge; ci si augura che la produzione di Savoldelli esca dalla nicchia e non rimanga una voce poco fa.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Animali fantastici I crimini di Grindelwald Di David Yates fantastico 2018 L'universo di Harry Potter non smette di incantare. A distanza di un anno da Animali Fantastici e dove trovarli, già si annuncia il 15 novembre 2018, la data del nuovo capitolo del fortunato spinoff sul magico mondo del mago di Hogwarts. Animali... Guarda la scheda del film