Concerti Genova Mercoledì 9 gennaio 2008

Carlo Felice: donne al potere

Genova - Sul Consiglio di Amministrazione della Fondazione Teatro Carlo Felice vige un no comment che è il segno di questo periodo burrascoso. Venerdì 11 gennaio la Manon Lescaut di Puccini andrà in scena comunque, anche dopo il forfait di Frizza. A dirigere sarà Daniel Oren.
Ma martedì 8 gennaio 2008 un annuncio c�è: Marta Vincenzi ha presentato il nuovo direttore artistico del teatro lirico, Cristina Ferrari. Si tratta della prima donna alla direzione del Carlo Felice, ma è un caso unico anche in Italia. Nata nel cremonese 42 anni fa, viene da una famiglia in cui la musica è sempre stata di casa. Pianista, allieva di Leo Nucci all�accademia, il suo ultimo incarico è stato alla Fondazione Toscanini di Parma. Sugli obiettivi non si sbilancia: «voglio prima studiare bene la situazione, e solo successivamente stilare le linee strategiche». Ma un punto fermo c�è: «di sicuro nei miei progetti non potrò prescindere dal coinvolgimento dei giovani». Intenzione che si traduce in: «audizioni e aggiornamenti continui, verifiche costanti e valorizzazione dei talenti. Senza mandarli allo sbaraglio ma preparandoli a dovere». Per poter dire un giorno: «quello lo abbiamo scoperto noi». Come spesso succede per la scuola teatrale genovese.

Non sarà facile, ammette la stessa Ferrari: «ma ho scelto questo incarico con spirito di servizio e senso di responsabilità. Ho grande rispetto per questo teatro». A prescindere dal momento, che Carlo Felice vorrebbe? «Un teatro aperto alla città, protagonista di un confronto costante - dice - non significa che non ci saranno intoppi, ma l�entusiasmo è tanto. E poi mi piacciono le sfide».
Altro che, il Carlo Felice oggi pare essere un terreno più pericoloso di quello della Parigi Dakar. La situazione nella casa genovese della lirica è tesa da tempo. Le agitazioni sindacali hanno più volte sottolineato la crisi. A questo proposito, è stato siglato un protocollo d�intesa tra le parti in causa, e oggi (mercoledì 9 gennaio) avrà luogo una nuova riunione alla Fondazione. Nel frattempo Daniel Oren ha due giorni per provare la Manon. Qualcuno chiede: ce la farà? «Non ci sono dubbi, due giorni sono più che sufficienti».

Il nuovo incarico ha portato Cristina Ferrari in riviera, dopo una vita in pianura. «Sono molto contenta, il mare mi piace», scherza. Non conosce ancora bene la città, ma avrà tutto il tempo. Ma sì è già documentata, soprattutto in rete: «come no, conosco bene mentelocale.it - dice - considero internet molto importante per capire cosa succede in giro». A noi sta già simpatica�

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Sogno di una notte di mezza età Di Daniel Auteuil Commedia 2018 Daniel è molto innamorato di sua moglie ma ha molta immaginazione e un miglior amico che a volte è fin troppo ingombrante. Quando questi insiste per una cena "tra coppie" per presentare la sua nuova amichetta, Daniel si ritrova bloccato... Guarda la scheda del film