Concerti Genova Giovedì 6 dicembre 2007

Subsonica: L'eclissi a Genova

© Giulia Caira Subsonica
Eclissi, glaciazione, veleno. Gelide le parole chiave del nuovo lavoro dei Subsonica, intitolato L'eclissi - appunto - e uscito per la Emi il 23 novembre scorso. Nello stesso giorno è iniziato il tour della band torinese, che sabato 8 dicembre 2007 passa anche da Genova (Vaillant Palace).
Freddino, si diceva. Tratto da La glaciazione, singolo in heavy rotation da settimane ormai: Muoiono le stelle, tra gli ultimi bagliori e un assordante nulla. So che non mi senti, noi ci riscalderemo tra i rottami ardenti. E il ritornello: Questo vuoto esploderà, esploderà, ripetuto quattro inquietanti volte.

Questo disco ha due facce: la cupa consapevolezza dei testi da una parte, la grande energia - prepotentemente dance - della musica dall'altra. Non per niente Piombo è dedicata a Roberto Saviano, autore 'scortato' di Gomorra; mentre per l'altra sponda, il dj e giornalista Fabio De Luca - che di musica da ballo se intende - scrive su Rolling Stone che la musica sembra seguire un binario proprio, in cui Samuel pare a tratti addirittura di troppo.

Partiamo dai testi. Alzo la cornetta, risponde Boosta. Siete pessimisti? «No, è la nostra epoca ad essere segnata dall'incertezza verso il futuro a breve termine - dice - la parola 'precario' è diventata di uso comune». Mettici anche che un giorno sì e uno no siamo qui ad aspettare che si verifichi qualche catastrofe annunciata: questo vuoto esploderà.... «C'è un'instabilità generale, che parte dall'individuo e arriva alle grandi tematiche globali», prosegue. A parte questo: «Noi non siamo particolarmente pessimisti, anzi», dice.

La musica. L'eclissi è una sequenza di brani dall'impronta danzereccia. Influenze elettroniche minimali, ritmi incalzanti. Nei primi giorni tour le arene di Jesolo, Bologna, Firenze, Roma e Caserta si sono riempite di teste rimabalzanti. Hanno trovato uno spettacolo completamenti rinnovato: «una scommessa che sta andando molto bene - dice ancora Boosta - abbiamo cambiato il nostro modo di stare sul palco. Da una formazione di tipo tradizionale, con la batteria dietro, il frontman eccetera, siamo passati a quattro artisti in linea, con una scenografia ridotta al minimo e un forte impatto illuminotecnico». Stile Kraftwerk ha detto qualcuno.

I Subsonica scorazzano sui palchi da undici anni. Non è il caso di fare bilanci, ma un penserino a tutto questo tempo passato insieme? «Se siamo ancora ancora qui è perché abbiamo scelto di esserci - dice - vivendo giorno per giorno l'alchimia e la passione di fare musica insieme. La nostra consapevolezza è cresciuta molto in questi anni».
E Genova? «Per certi versi ci ricorda la nostra Torino, per la schiettezza del carattere, quella sensazione di calma apparente».

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'ape Maia Le olimpiadi di miele Di Alexs Stadermann, Noel Cleary Animazione Australia, Germania, 2018 Guarda la scheda del film