Concerti Genova Lunedì 19 novembre 2007

Antonella Ruggiero: «Genova è superba»

Genova - Fabrizio De André, Gino Paoli, Luigi Tenco, Umberto Bindi, Ivano Fossati, i New Trolls: tutti nomi che fanno parte di quella che nell'ambito della scena cantautorale italiana viene abitualmente definita la "scuola genovese".
A loro e alla città di Genova, Antonella Ruggiero ha voluto dedicare il suo ultimo album, in uscita venerdì 23 novembre 2007, dal titolo - appunto - Genova, la Superba.
Ovvio, dunque, che proprio a Genova, sua città natale, l'ex voce dei Matia Bazar abbia deciso di presentare in anteprima nazionale le nuove canzoni in un concerto gratuito promosso da Genova Urban - Tavolo di Promozione della Città (Comune di Genova, Provincia di Genova, Camera di commercio di Genova). L'appuntamento è fissato per mercoledì 21 novembre nella Sala delle Grida del Palazzo della Borsa.

Genova, la Superba presenta versioni rivisitate di brani noti (La canzone dell'amore perduto di De André o La gatta di Paoli) e meno noti (Luna nuova sul Fuji-Yama di Bindi o L'ufficio in riva al mare di Lauzi) e canzoni tradizionali (Ma se ghe pensu), interpretati dalla voce cristallina di Antonella Ruggiero e rivisitati con gli arrangiamenti dello storico collaboratore - nonché marito - Roberto Colombo e del musicista californiano Robert Rich.
Le nuove versioni coniugano le sonorità naturali degli archi, la morbidezza della sezione ritmica composta da basso chitarra e batteria e l'utilizzo dell'elettronica: «Le canzoni sono molto diverse dalle versioni originali e in questo disco compongono le tappe di un percorso personale», mi ha spiegato Antonella Ruggiero.

Tra le 14 canzoni che compongono Genova, la Superba, quelle a cui si sente più legata portano tutte la firma di Fabrizio De André: una, Anime Salve, in coppia con Ivano Fossati; tre, in collaborazione con i New Trolls, Ho veduto, Andrò ancora e soprattutto Una miniera («Mi sento molto vicina alle persone che mettono a repentaglio la propria vita» ha detto Antonella, «e questo, ancora oggi, è un tema attualissimo: quello che succede ai minatori é sotto l'occhio di tutti»).

«Con questo album ho voluto fare un omaggio alla mia città» mi ha spiegato Antonella Ruggiero. E ha aggiunto che, sebbene da anni si sia trasferita in Brianza, inevitabilmente le capita di provare un sentimento di nostalgia per i luoghi della sua infanzia, quelli che emergevano dai racconti di genitori e nonni, come «il Ponente fitto di spiagge, orti e giardini, o certi odori che si sentono solo nel centro storico, o ancora il profumo del basilico». Ma c'è anche un aspetto positivo nello stare lontani da Genova: «Con il passare del tempo ho imparato ad amarla sempre più» ha spiegato Antonella, per poi concludere ridendo: «E poi, nel paese in cui vivo, tra le montagne e i laghi, la gente ha un carattere molto simile a quello dei genovesi».

Potrebbe interessarti anche: , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi , A Genova la nave di Vasco Rossi personalizzata per il tour: destinazione Cagliari

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Boy erased Vite cancellate Di Joel Edgerton Drammatico, Biografico U.S.A., 2018 La vera storia della crescita, della presa di coscienza e della dichiarazione della propria omosessualità di Jared Eamons, figlio di un pastore battista di una piccola città dell’America rurale, che all’età di 19 anni ha deciso di aprirsi con i... Guarda la scheda del film