Concerti Genova Giovedì 25 ottobre 2007

Bollani: il jazz trionfa al Carlo Felice

Genova - Avete presente trovarsi sul palcoscenico del Carlo Felice – vuoto – mentre uno dei più grandi pianisti europei improvvisa un brano in puro stile jazz? No? Beh, a me è capitato ieri, mercoledì 24 ottobre, durante il sound check di Stefano Bollani, a Genova per esibirsi insieme alla moglie Petra Magoni e al contrabbassista Ferruccio Spinetti.
Le dita di Bollani sfiorano i tasti bianchi e neri creando atmosfere inaspettate. Quando anche Petra e Ferruccio salgono sul palco iniziano i giochi: tra risate e canzoni inventate, i tre artisti accennano solo alcune strofe dei brani che presenteranno al pubblico la sera stessa, come se non avessero realmente bisogno di provare alcunché: la parola d’ordine è improvvisazione.

Lascio il palcoscenico per accomodarmi su una delle poltrone rosse della prima fila. Davanti a me, sul palco, c’è il pianista vincitore del premio European Jazz Prize come Musician of the year 2007 e un duo atipico: lei - Petra - è un mix di voce straordinaria, carattere e inventiva; lui – Ferruccio – è stato per anni il contrabbassista degli Avion Travel. Oggi il loro progetto Musica nuda (di cui sono già usciti due album e un dvd) va alla grande in Italia e in Francia.

Quando alle 21 arriva il pubblico la magia non ha abbandonato il palcoscenico. Lo spettacolo ha rappresentato un’occasione straordinaria di vedere i tre artisti suonare insieme: «non succede spesso, perché non mi va di mischiare la vita privata con il lavoro», ha detto Bollani parlando della moglie Magoni.Insieme sono esplosivi. Lei gioca con la voce, tra gorgheggi e acuti sorprendenti. Lui si lancia in un brano che dura almeno 20 minuti. Le mani scorrono sui tasti senza tregua, il pianoforte si trasforma in mille altri strumenti: in un’arpa quando il pianista gioca con corde e martelletti; e poi ancora in un strumento a percussione. Spinetti, da solo sul palco con Petra, riempie l’aria con il suono del suo contrabbasso: la presenza di altri strumenti non è necessaria.

Il duo ha proposto vecchi successi pop rivisitati in chiave jazz – da Roxanne dei Police a Come together dei Beatles – antiche ballate e momenti divertenti sulle note di Non ho l’età. Bollani ha presentato alcuni brani tratti dal suo ultimo album, Piano solo, per poi spaziare nelle direzioni più diverse. E che nessuno dica più che il jazz è musica per pochi.

Potrebbe interessarti anche: , Electropark e la rinascita di Prè: 10mila giovani coinvolti in tre edizioni , The Wall: il concerto-tributo ai Pink Floyd. L'Università infiamma la notte di San Giovanni , Genova per Voi 2019: aperte le iscrizioni del talent per autori di canzoni , Festival Internazionale di Nervi 2019: biglietti, programma e come arrivare , A Genova il concerto-tributo a Fabrizio De André. Dori Ghezzi: «Sarà a settembre 2019»

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.