Concerti Genova Mercoledì 10 ottobre 2007

GOG: al via la stagione 2007/2008

Genova - Con il concerto di venerdì 12 ottobre 2007 – protagonisti la Camerata Accademica Salzburg diretta dal violinista greco Leonidas Kavakos – si apre la nuova stagione della GOG, Giovine Orchestra Genovese al Teatro Carlo Felice. Com’è ormai tradizione, 27 concerti, da qui a fine maggio, che quest’anno sono di un livello semplicemente stratosferico. Non lo diciamo per campanilismo, ma perché le cose stanno davvero così.
A parte il fatto che Kavakos è oggi uno dei maggiori violinisti in circolazione, la stagione poi va avanti in maniera del tutto straordinaria per tutto l’autunno: il 15 ottobre è la volta dell’orchestra di stato russa, il 22 ottobre arriva il sestetto d’archi dei Berliner Philarmoniker, e poi a novembre, il 12, torna a Genova Alfred Brendel, una leggenda vivente del pianoforte ma anche uno dei più eclettici intellettuali oggi in circolazione (poeta, scrittore, ecc...).

Ma non è finita qui: perché una settimana dopo, il 19 novembre, è di scena un mito come Martha Argerich, insieme all’orchestra dell’UBS (che sponsorizza peraltro il concerto, un segnale che fa ben sperare per il futuro). E se ancora non avete abbastanza, il 10 dicembre torna per la sesta stagione consecutiva – che ci volete fare, il pubblico va in delirio ogni anno – Grigory Sokolov, un mostro della tastiera, l’ennesimo in una stagione che annovera davvero i maggiori pianisti del mondo.
Ma c’è spazio nel 2008 anche per i due più importanti violinisti italiani, e Salvatore Accardo, rispettivamente il 14 gennaio e il 21 aprile.
E infine, un appuntamento a cui non si può mancare, in occasione della Settimana Santa, giovedì 20 marzo, con l’arrivo a Genova di , per l’esecuzione della Passione secondo Giovanni di Bach. Non fatevi intimorire per nessuna ragione da Bach, andategli incontro e vedrete che non vi deluderà.

Cercheremo di farvi compagnia lungo questa strada affascinante, presentando i concerti e raccontandovene anche qualcuno a posteriori, ma il nostro consiglio – specie per chi alla musica classica non è avvezzo e pensa che sia una cosa complicata o noiosa – è quello di provarci, almeno per qualche serata. In fondo il lunedì sera non ci sono grandi alternative, no? E poi in fondo si tratta sempre di un paio d’ore scarse, dalle 21 alle 23, poi a nanna.
Vi abbiamo convinto? Comunque vada, chiudiamo con uno special annoucement: per chi ha meno di 20 anni e per i Soci della "Barcaccia", l’associazione che raggruppa i frequentatori più giovani del Carlo Felice, con 40 Euro si ha diritto ad una tessera valida per l’ingresso a tutti i 27 concerti. Il che significa che un concerto della GOG costa sostanzialmente come un cappuccino, ma dura di più, si assapora lentamente, ed è molto più buono.
Provate anche voi a fare il confronto e poi fateci sapere, siamo pronti a ricrederci. Buon ascolto.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Bohemian rhapsody Di Bryan Singer Biografico, Drammatico, Musicale U.S.A., Regno Unito, 2018 Un racconto realisto ed elettrizzante degli anni precedenti alla leggendaria apparizione dei Queen al concerto Live Aid nel luglio del 1985. Guarda la scheda del film