Concerti Genova Giovedì 26 luglio 2007

Irene Grandi in concerto

Con mio grande stupore, ho scoperto di conoscere praticamente tutto il repertorio di , durante il suo concerto di martedì 24 luglio, in quel di Santa Margherita Ligure, nell’ambito del Palco sul Mare Festival.
In mezzo ad una folla di mamme equipaggiate di carrozzine, pensionati curiosi e turisti stranieri ben più pallidi della sottoscritta (e, credetemi, ce ne vuole), ho assistito ad una fresca esibizione della toscana mignon, in tour attraverso l’Italia in occasione della pubblicazione del suo primo best of, Irene Grandi Hits.

Dalla seconda fila, ho potuto ammirare i suoi denti candidi, la pelle dall’incarnato invidiabile ed i soffici capelli biondi, e ho potuto ricredermi circa le sue discutibili scelte in fatto di abbigliamento: dopo aver sperimentato negli ultimi anni sconvolgenti tagli di capelli, durante una delle sue recenti uscite televisive, per dire, ha raggiunto l’apice del kitsch indossando un paio di scarpe con fibbie dorate che neppure la Cindy Lauper dei tempi d’oro avrebbe mai degnato di uno sguardo.
Sul palco levantino, invece, è apparsa sobriamente elegante, di bianco e nero vestita, con indosso stilosissimi guantini di pelle. 8 per il look, quindi.
E 10 e lode meritato per il grande entusiasmo portato in scena e per le rinomate qualità artistiche.

In giro da quasi quindici anni, la Grandi ha costellato in maniera subliminale la mia adolescenza prima, e gli anni dell’università poi: ho riflettuto sul fatto che non un’estate è trascorsa senza che la sua bella vocina non abbia fatto capolino dall’etere.
Sonorità accattivanti, testi orecchiabili, praticamente monotematici (amore, amore e ancora amore, possibilmente andato a male): ma la ragazza ha saputo maturare. Restando fedele alle sue radici melodiche e poppeggianti, ha arricchito il proprio repertorio con declinazioni via via più adulte, grazie anche a collaborazioni eccellenti: non ultima, quella con i milanesi Baustelle, i quali le hanno gentilmente fornito l’ennesimo brano azzeccato, Bruci la città, tormentone radiofonico degli ultimi tempi.

Irrompe sulla scena cavalcando le note di uno dei suoi primi successi, quella Bum bum che, per spessore, nulla ha da invidiare a Le tagliatelle di Nonna Pina: ma è così spumeggiante e vitale che è difficile resisterle. Ed eccomi in preda ad un folle battimani, memore dei miei ormai lontani sedici anni.
Dolcissimo amore, Che vita è, Per fare l’amore, 8 e 1/2, Sconvolto così: le so tutte, ad eccezione de l’inedito La finestra, ed un brivido mi percorre la schiena. Credevo di aver rimosso imbarazzanti trascorsi neomelodici pre e post-adolescenziali, e invece la Grandi ha riesumato i miei scheletri inverecondi.
Scherzi a parte, la sua è un’esibizione assolutamente godibile, costellata da immensi sorrisi, innocenti sculettate ed azzurri occhi sbrilluccicanti, e supportata da una valida band di quattro elementi, di cui il pubblico femminile ha potuto apprezzare particolarmente il totemico batterista.
Eccezionale segna un cambio d’abito (adorabile la tuba nera con cui rientra in scena) e introduce alla seconda parte dello show: La tua ragazza sempre e la meritevole Prima di partire per un lungo viaggio della beneamata coppia Vasco- , Un motivo maledetto, Buon compleanno, Lasciala andare, fino ad arrivare ad una cover di lusso come la Because the night della sacerdotessa Patti Smith, per chiudere con In vacanza da una vita, che mi ha sempre turbato, con quel suo salice piangente che ride.

Pubblico soddisfatto, e -vista l’espressione appagata- pare lo fosse anche la Grandi.
Ora posso nuovamente scordarmi di conoscere le sue canzoni.
Fino ad un prossimo, eventuale concerto.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Sogno di una notte di mezza età Di Daniel Auteuil Commedia 2018 Daniel è molto innamorato di sua moglie ma ha molta immaginazione e un miglior amico che a volte è fin troppo ingombrante. Quando questi insiste per una cena "tra coppie" per presentare la sua nuova amichetta, Daniel si ritrova bloccato... Guarda la scheda del film