Genova Lunedì 19 febbraio 2007

Storie di cooperazione allo sviluppo

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Cos'è ? Si tratta di una rete di associazioni indipendenti, nata in Spagna, che si è poi diffusa in diversi Paesi, tra cui l'Italia nelle principali città universitarie. L'Associazione promuove un uso più etico dell'Ingegneria, utilizzando dei metodi scientifico-tecnologici e seguendo due strade preferenziali: la cooperazione allo sviluppo e la formazione, soprattutto a livello accademico.
Non è necessario essere ingegneri né essere iscritti all'Università per entrare a far parte del progetto. La sede genovese di Isf vede impegnate persone che cercano soluzioni concrete ai temi di attualità più scottanti.

Oggi l’associazione ha organizzato un ciclo di incontri dal titolo Storie di cooperazione allo sviluppo: ieri, oggi, domani - esperienze, riflessioni, prospettive. Il tema degli incontri è la cooperazione allo sviluppo raccontata attraverso le esperienze di chi, da lungo tempo, si occupa di tale tematica, di chi ha partecipato e partecipa a progetti di cooperazione e di chi sta intraprendendo la strada dell’autosviluppo.
Questi incontri rientrano in una serie di iniziative volte a sensibilizzare sulla tematica dell’etica del tecnico, argomento quanto mai fondamentale in ambito di cooperazione allo sviluppo.

Gli incontri, che sono aperti a tutti, hanno avuto inizio venerdì 9 febbraio con un intervento di Maria Teresa Corbelli, che opera dal 1971 nel mondo della cooperazione internazionale. Venerdì 23 febbraio e venerdì 9 marzo alle ore 21 nei locali parrochiali della Chiesa San Maria di Castello - in centro storico, nelle vicinanze di piazza Sarzano - interverranno Achille Lodovisi, Kalapere Delphine e Koumou Atipo Marine.
L’incontro del 23 febbraio si chiamerà Riflettere: il ruolo delle ONG nella cooperazione allo sviluppo. Achille Lodovisi è ricercatore e collaboratore esterno dell'osservatorio sul commercio delle armi. Storico e geografo, si occupa da tempo di problematiche legate alla pace e al disarmo. Ha scritto e scrive per importanti riviste e periodici.

Venerdì 9 marzo si spiegherà come Vivere l’autosviluppo: la testimonianza della ONG Centrafricana CEDIFOD. Kalapere Delphine e Koumou Atipo Marine sono due collaboratori di CEDIFOD, Centro di Documentazione, di Informazione e di Formazione per lo Sviluppo.
Creata nel 1989, CEDIFOD è riconosciuta associazione di diritto centrafricano dal 1996 e si occupa della promozione dello sviluppo locale. In particolare, Delphine sviluppa le relazioni pubbliche e Marien gli aspetti contabili-amministrativi dell’organizzazione, ma di fatto sia Delphine che Marine, così come tutta l’equipe di Cedifod, collaborano su tutte le attività volte a condurre delle ricerche e degli studi su problemi che coinvolgono gli individui, i gruppi e le comunità, per realizzare dei programmi di formazione e di re-informazione in favore delle popolazioni, per rafforzare le capacità individuali dei formatori delle organizzazioni e delle istituzioni, per diffondere le informazioni e le innovazioni nell’ambito rurale e urbano, per favorire ogni forma di comunicazione ad ogni livello e infine per stimolare i rapporti di scambio con il mondo universitario.

Vuoi contattare Ingegneria Senza Frontiere? Chiama il numero 010 3532479, oppure scrivi a

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.