Concerti Genova Martedì 31 ottobre 2006

Prog e world music insieme in DVD

Nella foto: la copertina del Dvd Tracce Mediterranee
Indaco. Un colore, un’idea, un suono. Un progetto che viene da molto lontano: l’incontro tra il progressive rock e la musica etnica. Tutto in Italia, anzi in riva al Mediterraneo. Ma andiamo con ordine.
1991: il chitarrista del Banco del Mutuo Soccorso, Rodolfo Maltese e il polistrumentista Mario Pio Mancini danno avvio ad un percorso artistico comune, basato sulla ricerca di sonorità tradizionali, dalla Spagna al Medio Oriente, passando per il Nord Africa e le isole. Erano gli anni della World Music in prima pagina, Creuza de mä un esempio da seguire, nell’aria odore di moda.

Ma non fu per questo che nacquero, appunto, gli Indaco. Alla band si aggiunsero due pezzi pregiati, il percussionista Arnaldo Vacca, quindi il batterista storico del Banco, Pierluigi Calderoni. Il primo LP (omonimo) nel 1991, quindi 6 CD, uno più bello dell’altro, nell’arco di 10 anni (Flying with the Chakras, Vento nel deserto, Amorgòs, Indaco Live-Spezie, Terra Maris e Porte d’Oriente). Un gruppo aperto, se si pensa ai nobili passaggi in sala d’incisione: Lester Bowie (Art Ensemble of Chicago, (ex PFM), il compianto Andrea Parodi, Enzo Gragnaniello, Francesco Di Giacomo e i fratelli Nocenzi (Banco), Antonello Salis, Eugenio Bennato, Paolo Fresu, Daniele Sepe, Tony Esposito, Pivio … solo per citare le voci, probabilmente, più note.

Roma. Auditorium Parco della Musica, 28 gennaio 2006. Un concerto per compleanno. Un evento unico per vedere e sentire gli Indaco. Oggi, anche comodamente in poltrona, visto che l’episodio è stato riversato su DVD e pubblicato da poco.
Sia bene inteso, se la carovana degli Indaco ripassasse alle nostre latitudini (accadde qualche anno fa al Porto Antico), non fatevi scrupoli: mollate tutto e andate al concerto. Non c’è DVD che tenga. Nel frattempo, gustarsi questo Indaco. Tracce Mediterranee risulta una consolazione (e un’anticipazione) più che degna.
115 minuti che volano via sulle infinite percussioni del grande Massimo Carrano (la sua session in Maralacqua è un seminario su tecniche e usi di membranofoni e affini), sul virtuosismo intelligente e creativo di Rodolfo Maltese e sulle suggestioni al bouzouki e al violino di Mario Pio Mancini. Il collante ritmico del duo Calderoni-Barberini (batteria e basso) e le alchimie timbrico-armoniche di Antonio Magli completano un affresco di suoni calcolati al dettaglio.
La parata di ospiti fa il resto: pelle d’oca istantanea, quando più voci si alternano sul palco. La versione etno-jazz della beatlesiana Norwegian Wood, cantata da Rosie Wiederkehr, rimane unica nel suo genere. La versatile cantante degli Agricantus si propone anche in esaltanti duetti con Francesco Di Giacomo (Soneanima) e con Raiz, ex Almamegretta (Teatro do Mar).
Un ricordo del Banco emerge in Canto di Primavera: scritto nel 1979, fu il primo tentativo “etnico” del gruppo romano. Nel 2006, risentire quella canzone con alcuni musicisti di quel disco (Maltese, Calderoni e Di Giacomo) e uno della formazione odierna (il fiatista Papotto) rimane un’emozione fortissima.

Il DVD, oltre al filmato del concerto (buona registrazione e ottimo montaggio), contiene un’interessante raccolta di parole in libertà nel backstage, un album fotografico, le reference discografiche e due brani scaricabili su iPod.

Indaco – Tracce Mediterranee – Edizioni Musicali III Millennio (www.iiimillenio.com ) – 2006 - DVDIN 0229

Per info
www.indacoensemble.it

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film