Genova Martedì 18 aprile 2006

Bottega Solidale: unione = forza

La è attiva a Genova dal 1990. Il suo scopo è quello di inserire attivamente nel mercato internazionale tutti quei produttori - dai contadini agli artigiani, fino ai piccoli imprenditori - operanti nei paesi poveri, spesso schiacciati e sfruttati da quelli ricchi.
Ai cinque negozi genovesi della Bottega (all’Acquario, in piazza Tommaseo, a Nervi, Sestri e Certosa) se ne aggiunge un sesto che diffonderà le tematiche del commercio equo e solidale in via Galata 122r, pieno centro cittadino. «Nella nuova sede daremo spazio a incontri ed eventi culturali», spiega Cristiano Calvi. Molte le novità: tra queste, la collaborazione tra la Bottega Solidale e , consorzio formato da 130 associazioni cooperative italiane.
«Il nostro scopo è quello di coinvolgere anche chi ancora non ci conosce. E l’informazione passa anche attraverso una bella vetrina…». Infatti la nuova Bottega punta sulla comunicazione, necessaria per farsi conoscere ed apprezzare: «accanto ai prodotti artigianali abbiamo esposto le foto dei produttori al lavoro». Un modo per sentire più vicina una realtà che spesso sembra non coinvolgerci.

Un giardino renderà piacevole la visita alla Bottega di via Galata anche nella bella stagione: «in questo spazio aperto organizzeremo gli eventi culturali primaverili ed estivi».
Un’altra novità è costituita dai prodotti provenienti dal Rwanda: «dal ’99 Bottega Solidale ha stretto un gemellaggio con la cooperativa Copabu, che ha sede nei pressi della città di Butare», spiega ancora Calvi, «ogni anno un rappresentante della Bottega si reca in Rwanda per studiare la creazione di prodotti nuovi insieme agli abitanti del paese». Alla Bottega troverete le maschere in legno realizzate dagli uomini rwandesi e i cesti in fibre vegetali intrecciati dalle donne. Ma anche le ceramiche e gli strumenti musicali.

Si tratta di artigiani di due diverse etnie: Hutu e Tutsi. Le stesse etnie che, negli anni ’90, hanno combattuto una sanguinosa guerra civile: questa produzione comune è dunque un segnale di pace e di speranza.
A Genova è cresciuta, anno dopo anno, l’attenzione nei confronti del commercio equo e solidale: «c’è una maggiore sensibilità da parte dei genovesi e tanta voglia di conoscere la storia dei paesi più poveri. I nostri soci, infatti, sono oltre 1000 e i volontari circa 100». Oltre alla cooperativa, fondata nel 1995, è ancora attiva l’Associazione Onlus Bottega Solidale, che tiene i rapporti con i produttori e organizza gli eventi culturali: «inoltre ci siamo registrati tra le associazioni che possono ricevere il 5 x 1000». Ecco il codice fiscale: 95023060106.

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il al numero 010 5956815.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film