Genova Mercoledì 16 febbraio 2005

Protocollo di Kyoto: ci siamo!

Mercoledì 16 febbraio è stato un grande giorno per gli ambientalisti di tutto il mondo. Una lunga e difficile battaglia è stata finalmente vinta: il Protocollo di Kyoto, che definisce i primi impegni internazionali vincolanti per limitare le emissioni di anidride carbonica, è entrato in vigore.

Associazioni come , e , che da tempo si sono fatte carico di questi problemi, hanno festeggiato con una giornata di sensibilizzazione. A Genova l’appuntamento era davanti al Carlo Felice dove un gruppo di volontari informavano sui contenuti del protocollo e sugli obiettivi ancora da raggiungere: «la nostra associazione promuove le politiche per il miglioramento dall’ambiente, e non mi riferisco solamente all’accezione materiale del termine, ma anche alla dimensione sociale del problema», spiega Santo di Legambiente, «riteniamo che debbano essere prima di tutto i cittadini a trovare le soluzioni e a dare un loro contributo attraverso piccoli accorgimenti quotidiani».

Basterebbe sostituire le lampadine da 100 W con quelle da 20 W, usare la lavatrice a temperature più basse, rinunciare per un giorno al mese ad usare l’automobile, spegnere la funzione stand-by del televisore quando non lo guardiamo e non lasciare in funzione lo scaldabagno elettrico per tutto il giorno: piccoli accorgimenti che contribuiscono a raggiungere gli obiettivi di Kyoto. (compila la scheda sul sito di ).

Il WWF ha invece organizzato una petizione che chiede impegni concreti al governo per limitare l’emissione di anidride carbonica: «Il protocollo di Kyoto è vincolante: da quest’anno i paesi che vadano oltre il tetto massimo di emissioni previste pagheranno multe salate destinate ad aumentare progressivamente fino al 2012», continua Santo, «se l’Italia non trova una soluzione il prossimo anno dovrà pagare una multa di 3,6 milioni di euro, spesa che finirà col pesare sui contribuenti».

Anche Greenpeace si è impegnata in questo senso: «abbiamo temporaneamente accantonato la lotta contro l’inceneritore per sostenere l’opera di sensibilizzazione ai problemi del risparmio energetico e dei cambiamenti climatici», spiega Roberto, volontario di Greenpeace, «collaboro con l’associazione da un anno e sono responsabile della comunicazione. Stiamo cercando di attirare nuovi volontari per allargare la nostra azione sul territorio».

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il al numero 010 5956815.
di Laura Calevo

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il complicato mondo di Nathalie Di David Foenkinos, Stéphane Foenkinos Drammatico 2017 Nathalie Pêcheux è una professoressa di lettere divorziata, cinquantenne in ottima forma e madre premurosa finché non scivola verso una gelosia malata. Se la sua prima vittima è la figlia di diciotto anni, Mathilde, incantevole... Guarda la scheda del film