Caravaggio e la pittura del Seicento agli Uffizi - Firenze

Caravaggio e la pittura del Seicento agli Uffizi - Galleria degli Uffizi - Firenze

23/08/2019

Fino a mercoledì 19 febbraio 2025

Firenze - Nell'ala di Levante degli Uffizi sono state allestite otto stanze dedicate a Caravaggio e la pittura del Seicento che saranno visitabili fino al mese di febbraio 2025

Firenze - Protagonista della mostra sarà il grande artista Caravaggio, indiscusso fulcro della pittura seicentesta, caratterizzata da passionalità forti, simbolismi e novità spesso estreme. Il direttore delle Gallerie degli Uffizi ha voluto creare qui un percorso museale che offra un doppio binario di lettura delle opere esposte tenendo conto delle differenti esigenze dei visitatori e del bisogno di approfondimento di una parte di loro. L'allestimento si basa su un approccio tematico e artistico che ispira e stimola la curiosità del visitatore, trasportandolo nell’atmosfera del tempo e nella storia delle collezioni medicee. L’intenzione è di creare un’esperienza intellettuale sia per i non specialisti, che per gli esperti della materia
 
Tra realtà e magia è la prima sala dove si trovano i lavori di artisti ancora cinquecenteschi ma che già si discostano dai canoni manieristici, si tratta di esempi di pittura di ispirazione naturalistica del cinquecento maturo. Nella sala che segue, Caravaggio e Artemisia, un bellissimo David e Golia di Guido Reni fronteggerà il Sacrificio di Isacco di Caravaggio, insieme alla Decapitazione di Oloferne di Artemisia Gentileschi nella stessa sala. Nella Sala della Medusa lo scudo da parata dipinto da Caravaggio è esposto in una nuova teca mentre alle pareti, oltre all’Armida di Cecco Bravo, si troverà la statua romana di Minerva. Un'altra sala è dedicata alla natura morta: in esposizione intorno al Bacco di Caravaggio ci sono due Dispense dell’Empoli, un vaso di fiori di Carlo Dolci e una natura morta di Velazquez dagli evidenti richiami caravaggeschi. La sala adiacente, A lume di notte è dedicata alla rappresentazione di scene illuminate da candele: la Natività di Gherardo Delle Notti, l’Annunciazione di Matthias Stamer e la Carità romana di Bartolomeo Manfredi. Nell’ultima sala del percorso, Epica fiorentina, spiccano un teatrale Rinaldo e Armida di Cesare Dandini, che si ispira al poema del Tasso, e una piccola e preziosa Santa Caterina d’Alessandria di Francesco Furini. 

Firenze - Orari
da martedì a domenica dalle ore 8.15 alle ore 18.50 
chiuso il lunedì, il 25 dicembre e il 1 gennaio 

Biglietti
per tutte le informazioni sui costi dei biglietti è possibile consultare il sito della Galleria degli Uffizi

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 26/02/2020 alle ore 17:04.

Potrebbe interessarti anche: Tutankhamon, viaggio verso l'eternità, la mostra multimediale a Firenze, fino al 2 giugno 2020 , Come as you are: Kurt Cobain and the Grunge Revolution, la mostra a Firenze, dal 7 marzo al 14 giugno 2020 , Inside Magritte, la mostra, fino al 1 marzo 2020 , Enigma Pinocchio. Da Giacometti a LaChapelle, fino al 22 marzo 2020

Scopri cosa fare oggi a Firenze consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Firenze.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.