Mascherine, gel disinfettante, camici in Toscana: come cresce la produzione delle aziende locali - Firenze

Mascherine, gel disinfettante, camici in Toscana: come cresce la produzione delle aziende locali

Attualità Firenze Martedì 17 marzo 2020

© Pixabay

Firenze - Fra le problematiche logistiche più urgenti della gestione di questa emergenza Coronavirus ci sono le mascherine. Strumento indispensabile per contenere il contagio, queste protezioni per naso e bocca sono purtroppo poco reperibili, quando non vengono vendute a prezzi esorbitanti proprio per l'altissima richiesta e per la loro scarsità. Ma la Toscana ha deciso di rimboccarsi le maniche. Con lo spirito creativo che le contraddistingue, alcune aziende del territorio si stanno in questi giorni riconvertendo, dando il via a una florida produzione locale di mascherine, da consegnare direttamente alle strutture che ne hanno più bisogno.

Tra gli imprenditori che non hanno voluto dare una mano anche il marchio Toscano (ex Mabro). L'azienda maremmana, specializzata nella confezione di abiti di alta sartoria, non ha esitato a riconvertire la sua produzione e a fornire il proprio apporto di mascherine. Nascono così le Made in Tuscany, mascherine di tipologia chirurgica testate dal Dipartimento di Chimica dell'Università di Firenze. 39.500 i presidi di protezione già acquistate dalla Regione Toscana e dalla Protezione Civile. Le mascherine coprenti sono in tessuto non tessuto, e anche se non si tratta di un presidio medico costituiscono un importante contributo per la comunità locale e di tutta la Regione Toscana, perché in grado di trattenere l’aerosol.

A Prato, precisamente a Vaiano, un altro imprenditore si è attivato nella produzione di mascherine. Si tratta della Dreoni Giovanna, impresa specializzata nelle confezioni tessili per auto e camper. L'azienda non ha perso tempo dinnanzi all'emergenza per la mancanza di presidi di protezione, e si è cimentata nella produzione di alcuni prototipi di mascherine, a due e a tre strati. I fratelli Dreoni hanno anche annunciato la produzione di camici usa e getta per la Asl Toscana Centro, anche questi necessari all’emergenza sanitaria.

Restando nel pratese, sempre nel comune di Vaiano, troviamo anche chi si è dedicato alla produzione di gel disinfettante per le mani, altro preziosissimo (e per questo di breve durata sui banchi di farmacie, negozi e supermercati) alleato per proteggerci dal contagio di Coronavirus. Ad occuparsene la Tricobiotos, impresa che si occupa di prodotti per la cura dei capelli e che già da qualche anno realizza un gel disinfettante a base alcolica destinato alle parrucchiere. Immediato il gesto di solidarietà dell'azienda, che ha distribuito il suo gel disinfettante ai dipendenti degli uffici pubblici del Comune e a servizi sociali della Caritas di Prato, dall'Emporio della solidarietà al Centro di Ascolto. «In queste ore cerchiamo tutti di sostenerci, di dare il meglio».

Scopri cosa fare oggi a Firenze consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Firenze.