Dove mangiare il lampredotto a Firenze, 8 locali tra cui scegliere

Food Firenze Giovedì 2 gennaio 2020

Dove mangiare il lampredotto a Firenze, 8 locali tra cui scegliere

Firenze - L’abc del cibo di strada a Firenze è senza dubbio sua maestà il lampredotto, tipica trippa che pur essendo un piatto povero rende straordinariamente ricco di sapore il classico panino con tutte le golose varianti di condimenti e salse, e c’è veramente l’imbarazzo della scelta per gustarlo in giro per la città.

Per esempio dall’Antico Trippaio in piazza de’ Cimatori, un chiosco che da circa un secolo è tra i più famosi di Firenze per un bel panino con il lampredotto accompagnato da ottime salse rigorosamente fatte in casa. Alcuni esempi: lampredotto all’inzimino, ai porri, ai funghi. Offre anche specialità tipiche come la trippa alla fiorentina, il bollito, la porchetta, la guancia e la poppa.

Oppure dal Trippaio del Porcellino, altro storico lampredottaio nei pressi della loggia dove si trova la celebre statua del Porcellino, simpatica meta turistica molto fotografata in piazza del Mercato Nuovo, che dalla fine dell’800 serve agli avventori ottima trippa e, ovviamente, lampredotto. Una delle specialità: lampredotto alla puttanesca.

E ancora dalla Tripperia da Marione, artigiano del lampredotto nel piazzale di Porta Romana, poco fuori le antiche mura e di fronte all’Istituto d’Arte. La sua, di arte, si può gustare assaggiando delizie fiorentine come le polpette di trippa con sugo di lampredotto, il crostino con lampredotto, il lesso rifatto con le cipolle, lo stracotto di guancia con le patate. 

I’Trippaio Fiorentino, in via Gioberti, afferma che «il lampredotto è un cibo di strada e il trippaio è il re della strada» ed è famoso per il suo bollito erotico con lingua, poppa, matrice, ovaie in brodo di lampredotto, e per il suo cacciucco di lampredotto. Tentazioni davvero irresistibili accompagnate da un bel gottino di vino rosso.

Un altro re della strada, anzi di piazza Tanucci, è Aurelio I’ Re del Lampredotto che serve uno dei migliori lampredotti del quartiere, e non solo: lampredotto all’uccelletto, cacciucco del trippaio, lampredotto all’inzimino, stracotto di guancia alla cacciatora.

Un altro dei trippai più apprezzati di Firenze è la Tripperia Pollini in via de’ Macci di fronte al celebre ristorante Cibreo. Al chiosco il lampredotto, cotto in brodo con le verdure e gli odori, si può gustare in vaschetta o nel panino. Si trova sempre una versione tradizionale e una variante diversa ogni giorno: con olio piccante, con i fagioli all’uccelletto, con i carciofi, con i porri, con le patate.

In piazza de’ Nerli c’è quella che viene definita la Buticche di’ Lampredotto: I’ Trippaio di San Frediano, un quartiere dove si racconta siano nati i trippai. Anche qua si possono gustare le più appetitose varianti del panino al lampredotto, o i crostini con la lingua, il bollito misto con salsa piccante, le budelline di vitella con fagioli.

E ancora, per curare l’emergenza fame con i panini al lampredotto e con altre golosità tipiche fiorentine ci si può affidare alla cura delle preparazioni de Il LampredottoRe, chiosco in via Caccini di fronte all’ingresso dell’Ospedale di Careggi.

Potrebbe interessarti anche: , Dove mangiare la vera pizza napoletana a Firenze? 6 indirizzi da non perdere , Mangiare bene e spendere poco a Firenze: 5 osterie da non perdere , Migliori gelaterie d'Italia a Firenze e in Toscana: la classifica del Gambero Rosso , Dove mangiare sushi a Firenze? 10 ristoranti da non perdere, tra all you can eat e fusion , Savini Tartufi Truffle Restaurant, a Firenze il ristorante con tartufo 365 giorni l’anno

Scopri cosa fare oggi a Firenze consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Firenze.