Oltre 95 mila presenze al Mercato mondiale del Tartufo Bianco d'Alba - Cuneo

Oltre 95 mila presenze al Mercato mondiale del Tartufo Bianco d'Alba

Food Cuneo Mercoledì 7 dicembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Cuneo - Cala il sipario sulla 92ª edizione della Fiera del Tartufo Bianco d'Alba Time is up, contraddistinta dal forte richiamo all'urgenza legata al cambiamento climatico e un focus sul tema della sostenibilità - ambientale, economica e sociale -, sottolineando inoltre la vetrina sempre più internazionale della manifestazione e punto di riferimento culturale ed enogastronomico.

Un grande ritorno del turismo straniero e in particolare del turismo a lungo raggio: in nove weekend - dall'inaugurazione del 3 ottobre - il Mercato mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, all’interno del Cortile della Maddalena, unitamente alla rassegna Albaqualità, ha fatto registrare oltre 95.000 ingressi: un numero significativo, in linea con le passate edizioni.

Degno di nota anche il dato relativo alle provenienze, con arrivi da 70 Paesi nel mondo e una partecipazione alle esperienze proposte dalla Fiera – cooking show in particolare, sempre andati sold out – che supera l’80% di stranieri, facendo registrare numerose presenze da USA, Brasile, Asia (Corea del Sud, Giappone, Hong Kong e Taiwan), oltre ai consolidati mercati europei. Tutto esaurito anche per i corsi di cucina al Castello di Roddi, i laboratori del gusto e gli atelier della pasta in Sala Fenoglio, le analisi sensoriali del Tartufo Bianco d’Alba e le wine tasting.

Tra i grandi debutti – grazie alla rinnovata collaborazione con Microsoft Italia, insieme al golden partner per la Mixed Reality Hevolus – la Fiera del Tartufo quest’anno è sbarcata sul Metaverso, con un assaggio (presentato in occasione di Tuber Primae Noctis, il Capodanno del Tartufo che si è celebrato quest’anno al Castello di Grinzane Cavour, nell’ambito della VI Global Conference on Wine Tourism) di quella che potrà essere la modalità di fruizione di una destinazione turistica su un orizzonte temporale di medio periodo, in forma ibrida tra finzione e presenza fisica.

Prima volta anche per la Fiera dopo il riconoscimento UNESCO della Cerca e cavatura del tartufo in Italia quale patrimonio culturale immateriale, con la celebrazione del compleanno – organizzata insieme al Centro Nazionale Studi Tartufo in un intero weekend dedicato – culminata nella consegna del riconoscimento di Ambasciatore del tartufo italiano alla speaker di Radio Deejay La Pina, che da anni svolge una precisa e appassionata narrazione sul mondo del più pregiato tra i funghi ipogei.

Alla sua seconda edizione, grande successo ha riscosso l’appuntamento con Sostenibilità Incrociate, il ciclo di incontri – co-prodotto da Class Editori – che per tre giorni ha portato a dialogare tra loro mondi apparentemente distanti intorno al tema, attualissimo, della sostenibilità dal punto di vista sociale, economico e ambientale.

Nell’ambito dell’evento – che vede proseguire il percorso per la certificazione ISO 20121, con l’implementazione di standard internazionali sulla gestione sostenibile degli eventi – è stato inoltre assegnato il premio Dawn to Earth, alla sua seconda edizione, organizzato in collaborazione con il curatore gastronomico Paolo Vizzari, che ha visto premiati i game changer Chiara Pavan e Francesco Brutto, Chef del ristorante Venissa di Mazorbo, in virtù del loro impegno attraverso la cucina ambientale.

Un capitolo a parte meritano, quindi, gli appuntamenti legati al folklore, che grazie al lavoro della Giostra delle Cento Torri e dei volontari dei nove Borghi albesi hanno aperto il mese di ottobre con la Rievocazione storica in costume e con il Palio degli Asini: il capitolo legato alla tradizione è stato arricchito, inoltre, dal ritorno del Baccanale dei Borghi, con lo street food dei borghi albesi, e dal debutto del Baccanale della Musica, che hanno fatto rivivere le atmosfere medievali in tutto il centro storico cittadino.

Tra gli appuntamenti ormai consolidati, il ricchissimo calendario dei cooking show proposti in Sala Beppe Fenoglio: 40 gli eventi proposti, sempre sold out, dedicati ai gourmet che da tutto il mondo hanno voluto sperimentare le migliori combinazioni tra la cucina d’eccellenza e il Tuber magnatum Pico. Un intero weekend è stato dedicato ai Creative Moments che, dopo il riuscito debutto dello scorso anno, hanno visto la Città di Alba protagonista – insieme a Bergamo e Parma, le tre italiane Creative Cities Unesco per la Gastronomia –, attraverso un gemellaggio con le città di Rouen (Francia), Cochabamba (Bolivia) e Bohicon (Benin).

Sempre più che apprezzate le Cene insolite, eventi eccezionali organizzati in scenari fuori del comune, con le proposte culinarie di chef di fama internazionale: tra le altre, oltre quelle presso il Teatro Sociale Busca di Alba, degne di nota le cene al Kartell Bistrot Panoramic di Punta Helbronner – grazie alla collaborazione con Skyway Monte Bianco, nel ristorante più alto d’Italia a 3.466 metri –, al Castello di Perno e all’Italdesign Giugiaro di Moncalieri, per un’immersione nelle eccellenze del Made in Italy tra prototipi e auto d’epoca.

Sull’asse Truffle and Wine, rinforzando il connubio vincente tra Tartufo Bianco d’Alba e grandi vini piemontesi, si è consolidata la partnership con il Consorzio Alta Langa DOCG e il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, impreziosita dalla collaborazione con la Strada del Barolo e grandi vini di Langa per accogliere in Fiera produttori e vini della Borgogna, in un weekend dedicato. Sempre in tema di vino, non è mancata la storica proposta della Wine Tasting Experience, organizzata quest’anno nelle sale del Museo Civico Archeologico e di Scienze Naturali Federico Eusebio, così come l’appuntamento con La Vendemmia, uno degli eventi più attesi dell’autunno milanese, ideato e promosso da MonteNapoleone District.

Infine, la seconda edizione di Barolo en Primeur, asta internazionale a fini benefici – organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, insieme alla Fondazione CRC Donare in collaborazione con il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani – a sostegno di progetti di utilità sociale, tenutasi nella scenografica location del Castello di Grinzane Cavour.

Lo stesso maniero, inoltre, è stato protagonista dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba, giunta alla sua XXIII edizione, nel corso della quale sono stati superati tutti i precedenti record: nell’Asta più internazionale di sempre, con collegamenti a Hong Kong, Singapore, Vienna, Seoul e Doha, è stata raccolta la cifra da capogiro di oltre 600.000 euro – interamente destinati a progetti benefici –, con il lotto finale battuto a 184.000 euro, volato a Hong Kong. Di grande qualità anche l’esemplare da 555 grammi, proposto da Tartufi Morra e premiato da Reale Mutua con il riconoscimento di Tartufo Reale, mentre per tutti i bambini è stato riproposto l’allestimento dell’area Alba Truffle Bimbi, presso il Palazzo Mostre e Congressi intitolato a Giacomo Morra.

Il Truffle Hub di Roddi si è riconfermato centrale anche in questa 92ª edizione, ospitando cene ed eventi nell’ambito del progetto di valorizzazione Eccellenze del Piemonte in Vetrina, realizzato in collaborazione con l’assessorato al Turismo della Regione Piemonte, la DMO regionale Visit Piemonte e le ATL piemontesi. Proprio il Castello di Roddi è stato teatro, inoltre, della presentazione dell’alzata Sottosopra, il nuovo oggetto di design – ideato dall’architetto milanese Fabio Novembre e realizzato grazie alla collaborazione con la Cooperativa Sociale Eta Beta di Bologna – andato ad arricchire il Kit per il Tartufo Bianco d’Alba.

Scopri cosa fare oggi a Cuneo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Cuneo.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"