Campo Umano: Arte pubblica 50 anni dopo Campo Urbano, convegno e mostra - Como

Campo Umano: Arte pubblica 50 anni dopo Campo Urbano, convegno e mostra - Villa Olmo - Como

18/09/2019

Fino a sabato 26 ottobre 2019

Ore 11:00, 10:00

© Gianni Berengo Ga…to Galleria Milano

TERMINATO

Como - Cinquant'anni fa, il 21 settembre 1969, Luciano Caramel occupava gli spazi pubblici di Como con il progetto Campo Urbano, una mostra che cercava un nuovo contatto con la realtà della vita quotidiana, nel contesto delle proteste e dei movimenti antiautoritari sbocciati nel ‘68. Oggi, mezzo secolo dopo, torna in città Campo UmanoArte pubblica 50 anni dopo, progetto che riflette sulle spinte innovative ma anche sui fallimenti del suo predecessore. La mostra-evento si configura come un convengno di due giorni e una esposizione.

Como - A cura di Luca Cerizza e Zasha ColahCampo Urbano inaugura con una conferenza sabato 21 e domenica 22 settembre 2019 a Villa Olmo. La mostra Documentare l’effimero. Immagini e materiali da Campo Urbano è visitabile dal 21 settembre (opening alle 18.30) a sabato 26 ottobre, presso borgovico33, nell'ex Chiesa di Santa Caterina.

Como - Il convegno è diviso in due giornate, e vede la partecipazione di artisti, critici, curatori e storici, oltre a presentare nuovi interventi video di studenti del Biennio Specialistico di Arti Visive e Studi Curatoriali di Naba.

Sabato 21 dalle 11.00 si comincia con un'introduzione del contesto sociale e politico italiano di quegli anni con Robert Lumley; vengono poi discusse le forme di arte pubblica che hanno avuto luogo in Italia tra la fine degli anni ’60 e i primi anni ’70 (Alessandra Acocella, Luca Cerizza, Alessandra Pioselli, Francesco Tedeschi e Tommaso Trini).

Si approfondisce dunque il caso di Campo Urbano, attraverso la testimonianza di alcuni dei suoi protagonisti (Giuliano Collina, Mario Di Salvo, Ugo La PietraGianni Pettena e Grazia Varisco).

La giornata di domenica (sempre dalle 11.00) si focalizza sugli sviluppi più recenti dell’arte pubblica, con una particolare attenzione alla realtà delle metropoli e megalopoli e alla relazione con un mutato contesto sociale, politico e tecnologico.

Gli interventi di Zasha Colah, Hou Hanru, Roberto Pinto e Marco Scotini discutono alcune strategie di intervento artistico negli spazi pubblici di diverse aree geografiche. Una tavola rotonda con la partecipazione di studiosi, curatori e artisti (Massimo BartoliniCecilia GuidaFrancesco Jodice e Margherita Moscardini) chiude la conferenza.

La mostra Documentare l’effimero ricostruisce le vicende di Campo Urbano attraverso materiali provenienti dagli archivi degli artisti, cataloghi ed efemera disegnati da Bruno Munari e una ricca documentazione di video e video-interviste (Archivio Mulas). Insieme al ruolo capitale svolto dalle fotografie di Ugo Mulas, la mostra presenta immagini in parte inedite di Gianni Berengo Gardin e Gabriele Basilico, scattate inquella stessa giornata di 50 anni fa.

La mostra Documentare l'effimero è visitabile il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 18.00, e dal lunedì al venerdì su appuntamento al 031 3384976. Esposizione a ingresso libero.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 14/11/2019 alle ore 23:21.

Potrebbe interessarti anche: Il bello dell'Orrido: il programma di incontri con scrittori e artisti, Como, fino al 7 dicembre 2019 , Escursione guidata sulle colline di Como con degustazione, Como, fino al 30 novembre 2019 , Mario Radice: il pittore e gli architetti, mostra, Como, fino al 24 novembre 2019 , ll maestro è nell’anima. Lorenzo Riva in mostra per i 50 anni di alta moda, Como, fino al 31 marzo 2020

Scopri cosa fare oggi a Como consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Como.