Vacanza 2020 in Sardegna? Con il passaporto sanitario: il piano per l'estate - Cagliari

Vacanza 2020 in Sardegna? Con il passaporto sanitario: il piano per l'estate

Attualità Cagliari Domenica 17 maggio 2020

© Pixabay

Cagliari - App, termoscanner, tamponi e controlli agli ingressi delle strutture turistiche. La Sardegna non si arrende e, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia, vuole portare i turisti nella sua splendida terra. Il Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas sta lavorando a un piano per garantire ingressi sicuri nell'isola grazie a un passaporto sanitario. Per dimostrare la negatività al Coronavirus serviranno i tamponi: "Per questo chiediamo la liberalizzazione a livello nazionale", ha riferito Solinas. Quel che è certo è che sarà un'estate da "turismo italiano", fatto di piccoli e sicuri spostamenti. La volontà della Regione Sardegna è quella di essere una destinazione Covid free, per continuare a godere del suo mare cristallino.

La Sardegna, dove oggi virus è quasi inesistente (i pochi casi sono sotto controllo), è stata la prima regione a chiudere porti e aeroporti. La regione, valutando le soluzioni per salvare la stagione turistica, pensa a un sistema di controlli in ingresso. Il turista, appena sbarcato, troverebbe un affievolimento delle misure di sicurezza con la possibilità di godere di una vacanza in serenità. Il tutto tenendo conto delle disposizioni nelle spiagge e delle distanze.

Resta il problema del tampone, fondamentale per dimostrare la propria negatività. La Regione chiede così al governo di affrontare questa grana. L'ipotesi in Sardegna è quella di far utilizzare dei tamponi salivari, test rapidi che danno la risposta in 20 minuti. Ne servono circa 2 milioni, e il presidente Solinas ha riferito che si sta lavorando ai rifornimenti.

Per i tamponi, la Sardegna punta a un accordo con Federfarma "in modo che sia disponibile in tutte le farmacie italiane a un costo accessibile di circa 20-25 euro, rimborsati in servizi dalle strutture ricettive sarde. Poi ci sono i controlli specifici: alcuni grandi resort stanno lavorando all'ipotesi di fare test all'ingresso in modo da diventare totalmente Covid free per i turisti. Solinas indica anche un piano B: "Effettueremo controlli con termoscanner agli arrivi e faremo scaricare una app ai turisti per verificare lo stato di salute nei primi 3 giorni dall'ingresso tracciando tutti gli spostamenti e i contatti in caso di eventuali positivi".

Potrebbe interessarti anche: , Spiagge a Cagliari: vietato fumare e usare la plastica nell'estate 2020 , Decathlon arriva a Cagliari: dove apre e il progetto

Scopri cosa fare oggi a Cagliari consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Cagliari.

In collaborazione con Gruppo Grendi