Cenone di Capodanno 2020 a Cagliari: dieci proposte tra ristoranti e pizzerie

Cenone di Capodanno 2020 a Cagliari: dieci proposte tra ristoranti e pizzerie

Food Cagliari Lunedì 23 dicembre 2019

© Su Cumbidu/Facebook

Cagliari - Dalla cucina tradizionale a quella contemporanea, dalla pizza al menù vegano, dai piatti a chilometro zero alle composizioni più ricercate e sperimentali: da sempre il Capodanno a Cagliari è un appuntamento imperdibile per chi ama la cucina raffinata. A due passi dal Largo Carlo Felice, dove il Comune di Cagliari organizza la grande festa in piazza con il concerto di Vinicio Capossela, tra i quartieri storici Castello, Marina, Villanova e Stampace saranno aperti bistrot, osterie, ristoranti, pub e pizzerie che offriranno cene e brindisi per salutare il 2019. Ecco allora dieci proposte per il cenone di Capodanno 2020 a Cagliari, con menù e costi della serata: pronti a iniziare il 2020 all'insegna della bontà?

Antica Cagliari, dal pesce alla carne

L'Antica Cagliari si trova a due passi dal Largo Carlo Felice, in via Sardegna 49: propone da anni, con la direzione di Alberto Melis, cucina mediterranea a base di pesce, carne e piatti della tradizione sarda rivisitati in chiave moderna. Il cenone di San Silvestro, al costo di 100 euro a persona, ha i profumi del mare: sette antipasti (tra cui tartare di tonno con mango e kiwi, ostriché e gamberi rossi oltre ai classici della cucina cagliaritana come polpo con patate e bottarga con carciofi), due primi con frutti di mare e scampi, per secondo astice e grigliata di seppie e gamberi, il tutto accompagnato dai vini della cantina Smeralda di Donori.

Niu: ostriche gratinate e brindisi

Ancora pesce nel menù di Niu, nel Corso Vittorio Emanuele II 56: il ristorante, dopo un drink di benvenuto con ostriche gratinate, offre per 120 euro a persona due antipasti, carpaccio di ricciola e polpo arrosto con carciofi e funghi; come primi risotto all'astice e fregula di con carciofi, bottarga e pecorino. Per secondo, un pescato su crema di porcini e spinaci, e infine dessert e il consueto brindisi finale. Ad accompagnare la cena, i vini della Cantina Carboni di Ortueri.

Capitolo Due, tra cucina etnica e sapori mediterranei

A pochi passi dal Niu, al numero 199 del Corso Vittorio Emanuele II, c'è Capitolo Due, ristorante che ha fatto della fusione tra cucine etniche e sapori mediterranei la sua cifra. Tra gli ingredienti del menù di San Silvestro, con 90 euro a persona, oltre al consueto brindisi finale e alle beneauguranti lenticchie si potranno gustare gamberi rossi, caviale di muggine, julienne marinata di seppie, trofie con taleggio, pere e bottarga, filetto di orata, arrosto di maiale con salsa di castagne e miele, il tutto con i vini di Contini.

Gintilla, ristorante bio e vegano

Sulla stessa strada, al civico 210, c'è Gintilla, ristorante bio e vegano che preparerà un menù interamente vegetale e con materie prime biologiche, accompagnate da vini, bevande bio e birre artigianali: tre antipasti, due primi (ravioli con formaggio alle erbe con zucca e pistacchi, risotto all'arancia rossa e fave di cacao), e per secondo un arrosto di legumi al pepe verde accompagnato da contorno di batate. Per finire in dolcezza, il semifreddo di cioccolato e mirtilli, il tutto con una spesa di 70 euro.

Grains, tra pizza e farinata

Per chi non rinuncia alla pizza neanche l'ultimo dell'anno, c'è Grains, nelle scalette Santa Chiara proprio sopra il Largo Carlo Felice, con le sue pizze e farinate di ceci create con prodotti locali di qualità. Si potrà cenare in tre turni (alle 20, alle 21.30 e alle 23) su prenotazione, spendendo 32 euro per una pizza a scelta tra Assoluto di capra (con formaggio di capra, carne di capretto e abbamele), Tonno nel 2020 (vellutata di zucca e tonno) e la Veganaccia (con purea di lenticchie nere, zucca arrosto, tempeh e chips di cavolo nero). Ad accompagnare la pizza le birre artigianali, per chiudere mousse di pardula e panettone al mirto.

Cogas, dal caprino all'orata

Cogas, in via Sicilia 20, propone una serata al costo di 80 euro con tre antipasti (cozze, polpo, il flan di zucca e caprino), due primi (linguine all'astice e fregula con porcini e salsiccia), orata e agnello con carciofi, vino della casa, dessert e il consueto brindisi con spumante e dolci.

Pomata: due menù tra astice e agnello

Lo chef Luigi Pomata in viale Regina Margherita 18 ha pensato a due menù, uno per il ristorante e uno per i due vicini Bistrot e Next: il menù ristorante da 140 euro (vini in abbinamento inclusi) comprende un antipasto a base di astice, due primi, uno con crostacei e l'altro con ragù di agnello, due secondi (ricciola e manzo), dessert e le immancabili lenticchie. Per chi volesse gustare le prelibatezze di Pomata, stella Michelin, con una spesa più contenuta può scegliere il menù da 60 euro di mare e terra: due antipasti, primi (fregola con essenza di mare ed erbe, ravioli di carni bianche al tartufo), filetto di pesce e verdure, flan di panettone con gelato.

Dal Corsaro: cenone di terra e mare 

A pochi passi, sempre in viale Regina Margherita, c'è Dal Corsaro con lo chef Stefano Deidda: la cena di San Silvestro è anche qui tra terra e mare. In tavola ostriche, astice, crostacei, caviale di storione, gamberi e bottarga, anatra ripiena con tartufo e dessert e vini per 160 euro.

Su Cumbidu: cucina tipica sarda

Su Cumbidu, specializzato in cucina sarda, offre nel suo suggestivo locale in pietra calcarea che anticamente ospitava il Tribunale di Città un menù da 80 euro con sei antipasti, due primi (lorighittas ai frutti di mare, fregula con sugo di lepre), un secondo di astice e uno con maialetto e capretto arrosto, per chiudere dessert e brindisi.

Osteria Kobuta, tra cucina sarda e giapponese

Se volete iniziare il nuovo anno in modo non convenzionale, Osteria Kobuta è il posto perfetto: lo chef Riccardo Porceddu ha creato un singolare mix tra sapori sardi e cucina giapponese. Con 100 euro si potrà gustare l'aperitivo di ostrica, sashimi di tonno, il vitello affumicato con casu axedu, e poi i piatti originali del locale in cui si sposano i sapori di pesce, verdure e lenticchie, topinambur, alghe e funghi shiitake, accompagnati dai vini in abbinamento. 

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Cagliari consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Cagliari.

In collaborazione con Gruppo Grendi