Parliamo d’Opera - Bologna

© https://www.facebook.com/

CalendarioDate, orari e biglietti

Bologna - È un’occasione per approfondire temi sempre attuali, scaturiti dalle trame delle opere della Stagione lirica 2022 del Teatro Comunale di Bologna, la rassegna Parliamo d’Opera, che si rinnova con tre incontri primaverili aperti al pubblico, tutti alle ore 18.00 nel Foyer Respighi del Comunale, un martedì al mese: il 5 aprile, il 24 maggio e il 14 giugno

Bologna - Protagonisti del primo appuntamento dal titolo Immaginare la realtà, in programma martedì 5 aprile a pochi giorni dall’esecuzione in forma di concerto dell’opera Iolanta di Pëtr Il’ič Čajkovskij, sono il fotografo Davide Monteleone, tre volte vincitore del World Press Photo che ha immortalato molti momenti salienti della storia della Russia contemporanea, e l’ucraina Oksana Lyniv, Direttrice musicale del TCBO, impegnata sul podio per dirigere Iolanta il 7 e il 9 aprile. Partendo dall’ultima opera di Čajkovskij, la quale racconta la storia di una principessa cieca dalla nascita e inconsapevole di esserlo, che costruisce dentro di sé un mondo che crede sia quello reale, Monteleone spiegherà come l’immaginazione possa andare oltre lo sguardo nella nostra rappresentazione della realtà. Il dialogo con Lyniv porterà alla scoperta dell’ultima opera del celebre compositore russo e a una riflessione su fatti di stringente attualità legati al conflitto in Ucraina.

Bologna - Gli amori impossibili è il titolo del secondo incontro, previsto per martedì 24 maggio collegandosi alla rappresentazione al Comunale della Luisa Miller di Giuseppe Verdi (3-9 giugno), che vede ospite Michele Mirabella. Personalità poliedrica della televisione, del cinema e del teatro italiano, molto attivo anche come regista di lirica, Mirabella parlerà della vicenda del melodramma tragico verdiano, che ha per protagonisti gli innamorati Rodolfo e Luisa, confrontandola con le tante opere liriche le cui trame sono mosse da “amori impossibili” e irrealizzabili per motivi che spaziano dalla religione alla politica fino a questioni economiche e familiari.

Martedì 14 giugno il regista Gabriele Lavia, che ha firmato l’allestimento dell’Otello verdiano in scena dal 24 al 30 giugno, è protagonista del terzo appuntamento intitolato TradimentiPerfettamente architettato da Shakespeare e messo in musica da Verdi su libretto di Boito, Otello pone lo spettatore davanti a quesiti mai risolti, spinge a domandarsi quale e dove sia il confine tra il bene e il male e fino a che punto la forza generatrice dell’amore possa diventare distruttiva attraverso la brama di possesso, la gelosia, il sospetto. Desdemona, accusata ingiustamente di tradimento, è in realtà vittima della rete di tradimenti di Otello e Iago.

Gli incontri, moderati dal Sovrintendente del Teatro Comunale Fulvio Macciardi, sono intervallati da momenti musicali a cura degli stessi interpreti dello spettacolo in cartellone o degli allievi della Scuola dell’Opera del Comunale, e saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook del TCBO.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 29/05/2022 alle ore 10:13.

Potrebbe interessarti anche: Presentazione del libro di Mammadimerda, Non farcela come stile di vita, 30 maggio 2022 , Lucio Dalla. Anche se il tempo passa, mostra a 10 anni dalla scomparsa, fino al 17 luglio 2022 , La Collezione Mast. Un alfabeto visivo dell'industria, del lavoro e della tecnologia, fino al 28 agosto 2022 , Alessandro Baricco Legge Novecento, dal 12 dicembre al 13 dicembre 2022

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.