Das‑dialoghi artistici sperimentali - Bologna

Das‑dialoghi artistici sperimentali - - Bologna

22/12/2021

Fino a lunedì 25 aprile 2022

© Pasquali - Labirinto Innesti Armonici

CalendarioDate, orari e biglietti

Bologna - Dal 18 gennaio al 25 aprile 2022, CUBO - Museo d’impresa del Gruppo Unipol, nella settimana dedicata ai linguaggi più sperimentali, promuove la quinta edizione di das - dialoghi artistici sperimentali, progetto espositivo e culturale sui temi della contemporaneità che nasce come territorio di confronto – di contenuti, tecniche, linguaggi – tra diversi registri dell’arte contemporanea con esponenti della new generation.

Bologna - Mutamenti. Le metamorfosi sintetiche di fuse* e Francesca Pasquali è il titolo del progetto curato da Federica Patti per das05 che vede il contributo della Biblioteca Universitaria di Bologna, dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna.

Bologna - Per questa edizione CUBO Unipol si concentra sull’idea di mutevolezza, caducità, evoluzione che le nozioni, le immagini, i supporti, le tecnologie e gli elementi culturali attuano nel tempo, incessantemente, proprio come i processi di trasformazione che avvengono in natura. Le cangianti rappresentazioni digitali e i materiali plastici sembrano così ricreare più efficacemente la dimensione viva, metamorfica, evolutiva dell’esistenza. La doppia esposizione pensata per das05 propone un’esperienza diffusa, immersiva e variegata che coinvolge i diversi spazi di CUBO (Porta Europa e Torre Unipol); una video installazione, accompagnata da una serie di stampe realizzate secondo diversi metodi, interventi open air e un’installazione site specific sonorizzata in cui perdersi, da porre in dialogo visivo e diretto con artefatti antichi e originali e con elementi architettonici e naturali.

Opere e interventi di fuse* e Francesca Pasquali che generano una forte ambiguità rispetto “a cosa sia cosa”: un corto circuito fra permanente ed effimero, unico e plurale, naturale e artificiale e fantastico, in cui perdersi per riscoprire nuovi punti di vista. Artificial Botany, cuore del progetto espositivo per das05 a CUBO in Porta Europa, è un sistema in real time creato da fuse* che esplora le potenzialità espressive delle antiche illustrazioni botaniche attraverso l'utilizzo di algoritmi di machine learning.

Una ricerca creata attingendo da archivi di pubblico dominio contenenti illustrazioni dei più grandi artisti del genere, tra cui Maria Sibylla Merian, Pierre-Joseph Redouté, Anne Pratt, Mariann North ed Ernst Haeckel. Prima dell'invenzione della fotografia, le illustrazioni botaniche e gli erbari, infatti, erano l'unico modo per archiviare visivamente le molteplici varietà di piante esistenti al mondo e per carpirne l’essenza prima che la loro naturale evoluzione portasse alla successiva metamorfosi.

Fra i più antichi e conosciuti erbari, quello di Ulisse Aldrovandi è ancora oggi riferimento di una forma mentis e di un metodo: iniziato nel 1551, oggi completamente digitalizzato ad alta risoluzione e fruibile online. In occasione delle celebrazioni dei 500 anni dalla nascita dello studioso, CUBO Unipol entra in relazione con l’Orto Botanico ed Erbario di Bologna proponendo una rassegna di appuntamenti e attività dedicate, ed esponendo un esemplare originale dell'erbario dipinto, conservato dalla Biblioteca Universitaria di Bologna accanto alle creazioni digitali di fuse*.

Contemporaneamente, negli spazi del 25esimo piano, Labirinto_Innesti armonici di Francesca Pasquali trasforma CUBO in Torre Unipol in un mondo incantato, una foresta sintetica magicamente comparsa dal nulla e prepotentemente insinuata tra le architetture custodi del nostro presente. Una giungla di morbidi filamenti sospesi, cascate zampillanti realizzati con materie plastiche e setole di vario spessore all’interno delle quali si irradiano suggestioni luminose e sonore di diversa frequenza, accoglie ora una vegetazione che durante i mesi si è trasformata, insinuandosi tra i materiali sintetici. Un singolare percorso invita il pubblico ad un cammino sensoriale tra artificio e natura, materia e ambiente, luci e suoni.

Inaugurazione di das05 - Mutamenti. Metamorfosi sintetiche di fuse* e Francesca Pasquali.

Martedì 18 gennaio 2022
ore 18:30 - Artificial Botany, CUBO in Porta Europa
ore 21:00 - Labirinto _Innesti armonici, CUBO in Torre Unipol

CUBO Unipol si propone di sostenere il progetto istituzionale di ART CITY Bologna e nella settimana dell’arte bolognese propone un calendario ricco di eventi per il pubblico.

Meet the Artist
venerdì 21 gennaio ore 18:00 w/fuse*
sabato 22 gennaio ore 17:00 w/Francesca Pasquali

Art City Week end

sabato 22 gennaio ore 15:00 - Masterclass – Arte e Intelligenza Artificiale
sabato 22 gennaio ore 21:00 - Evento speciale per Art City White Night
domenica 23 gennaio ore 17:00 - SoundLAB – performance artistica

Public Program

Le tematiche alla base della mostra si ritrovano nel più ampio programma di questa quinta edizione di das - dialoghi artistici sperimentali - che prevede incontri e approfondimenti dove le arti si confrontano con le nuove tecnologie digitali. Da febbraio ad aprile, un calendario di appuntamenti dispiega il progetto espositivo e ne declina gli argomenti salienti aprendo al dialogo artistico e alla contaminazione multidisciplinare.

Tutti gli incontri si svolgeranno in modalità mista - presenza con prenotazione e live streaming sulla piattaforma di CUBO accessibile dal sito www.cubounipol.it e sui canali social.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 28/01/2022 alle ore 07:28.

Potrebbe interessarti anche: Frida Kahlo The Experience a Palazzo Belloni, fino al 27 febbraio 2022 , Bologna. Dicono di lei, la mostra da ascoltare. Con le voci di Bersani, Haber, Marcoré e Pivetti, fino al 30 gennaio 2022 , Antonio Canova e Bologna, alle origini della pinacoteca, mostra, fino al 20 febbraio 2022 , Giovanni Boldini, lo sguardo dell'anima, la mostra a Bologna, fino al 13 marzo 2022

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.