Live in Serre: Elektric Circus, Cazale, Ruth Theodore, Los Swingones: Live in Serre - Bologna

Live in Serre: Elektric Circus, Cazale, Ruth Theodore, Los Swingones - Le Serre dei Giardini Margherita - Bologna

Live in Serre

11/06/2019

Fino a sabato 22 giugno 2019

Ore 21:30

Cazale Band

TERMINATO

Bologna - Sabato 15, 22 e 29 giugno alle ore 21.30 e domenica 30 giugno alle ore 20  si svolgerà alle Serre dei Giardini Margherita la rassegna di musica Live in Serre. Ecco gli artisti ospiti:

Bologna - Sabato 15 - Electric Circus.

Bologna - Gli Electric Circus sono una band strumentale con influenze jazz e psichedeliche, che si lascia ispirare da generi come il funk, la musica etnica e il blues. 

In ottobre 2018, in collaborazione con l’etichetta discografica New Model Label, esce il loro terzo album Canicola che viene accolto positivamente dalla critica ricevendo recensioni positive da riviste del settore, tra cui Rumore e Blow Up.

Oltre all’attività concertistica, la band opera nel settore della creazione di colonne sonore per documentari e film. Due brani di Canicola sono stati utilizzati dal regista Andrea De Giorgio per il reportage Storie Interrotte, presentato al parlamento Europeo in febbraio 2019 e poi pubblicato sul portale web del settimanale Internazionale.

La band si forma in Trentino alla fine del 2013 come trio e nel corso del tempo collabora con numerosi musicisti, alcuni dei quali sono poi entrati in pianta stabile nella formazione. 
Nel 2014 pubblicano il primo EP Evoluzione, registrato al Metrò Rec Studio di Riva del Garda (TN).

L’autunno 2016 vede il gruppo impegnato in un viaggio negli USA, durante il quale suonano nei locali della California, Arizona e Colorado e compongono e registrano un brano (Mike), presso il Dust&Stone Recording Studio di Tucson, Arizona.

Sabato 22 giugno - Cazale

Cazale è il nuovo progetto musicale cesenate di Paolo Gradari, compositore, sassofonista e clarinettista (già AmyCanBe, Caffè Sport Orchetra e 64 Slices Of American Cheese) assieme al chitarrista Marco Ditillo, al batterista Luca Mengozzi e al bassista Fabio Ricci. 

Il nome è un omaggio all’attore John Cazale, scomparso prematuramente nel 1978 dopo aver preso parte nel giro di sei anni, a cinque capolavori cinematografici, tutti candidati agli Oscar come miglior film e rimasti impressi nell’immaginario collettivo: i primi due capitoli de Il Padrino e La Conversazionedi Francis Ford Coppola, Quel pomeriggio di un giorno da cani di Sidney Lumet e Il cacciatore di Michael Cimino. 

Proprio da quest’ultima pellicola è tratto il titolo del disco d’esordio dei Cazale, This Is This, come ulteriore tributo a uno dei personaggi più talentuosi e malinconici della storia del cinema. 

Il disco, registrato nel marzo del 2018 al Marzi Recording Studio di Riccione, è composto da sette tracce strumentali inevitabilmente cinematografiche, sospese tra jazz, post-rock e sonorità d’altri tempi, perfette per chi si lascia rapire dalle colonne sonore dei grandi classici noir, ma non solo.

Sabato 29 giugno - Ruth Theodore

Un fenomeno musicale come ne appaiono di rado, acrobata di voce e mani, e una scrittura lontana da ogni convenzione musicale, Ruth Theodore è un’artista cult, da vedere, e rivedere ancora.

Il suo quarto album registrato negli Stati Uniti da Todd Sickafoose si muove quasi incautamente tra passaggi politici, chitarre battenti, e pezzi di piano incantati che evocano la libertà compositiva di un giovane Keith Jarrett.

Ruth non perde occasione di capovolgere ogni aspettativa musicale, il suo naturale lirismo è quello di un abile scrittore che si diverte a stravolgere l’idea del cantautorato contemporaneo. E si ha l’impressione che questa artista britannica, così incredibilmente unica, abbia appena iniziato a farci vedere di cosa è capace.


Domenica 30 giugno - Los Swingones

Un soprendente gruppo di musicisti messicani, specializzato nelle famose melodie dell’età dell’oro del jazz, che si divertono a mixare con influenze latine e contemporanee. 

Il loro sound crea l’atmosfera perfetta per lanciarsi in pista.

Los Swingones vi offrono uno show coinvolgente e divertente: attraverserete atmosfere blues dal sapore latino e europeo (Bolero, Manouche, Jazz, Rumba, Son cubano, Jarocho sound).

Victor Hugo (contrabbasso e voce), David Puente Rivas (chitarra e voce), Aurelien Perriaud (percussioni e voce) sono la base di questo gruppo, che nutre la propria creatività con i musicisti che incontra durante i propri viaggi: la maggior parte delle collaborazioni, infatti, è  nata per strada.

Il contato con il pubblico e la magica atmosfera che si genera durante questo tipo di performance sono gli elementi fondamentali del gruppo.

Duke Ellington, Billie Holiday, Buena Vista Social Club, Ella Fitzgerlad, Django Reinhardt, Nina Simen, Frank Sinatra: questi sono alcuni degli artisti che hanno influenzato la musica de Los Swingones


Ingresso libero.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 16/11/2019 alle ore 01:01.

Potrebbe interessarti anche: Renato Zero in concerto a Bologna, dal 21 dicembre al 22 dicembre 2019 , Coez in concerto - È Sempre Bello in Tour 2019, 16 novembre 2019 , Capodanno 2020 a Bologna con Dancin'Bo: dal rogo del vecchione alla festa in piazza Maggiore alla danza, dal 28 dicembre 2019 al 1 gennaio 2020 , Tredici Pietro in concerto - Assurdo Tour, 16 novembre 2019

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.