Musei di Bologna da scoprire, un itinerario tra i luoghi meno conosciuti

Musei di Bologna da scoprire, un itinerario tra i luoghi meno conosciuti

Mostre Bologna Venerdì 11 marzo 2022

Clicca per guardare la fotogallery
Terrazza della Specola, il panorama di Bologna e lo strumento per misurare l'irraggiamento solare
© https://sma.unibo.it/

Bologna - Cosa c’è da vedere a Bologna? La risposta sembra scontata: sì, certo, le Due Torri, Piazza Maggiore, la Fontana del Nettuno, per non parlare dell’Archiginnasio e del mercato Quadrilatero, con tutte le sue meraviglie gastronomiche. Ma Bologna non è soltanto questo; anche in fatto di musei la città ha molto da offrire. Tra il centro e la periferia esistono infatti luoghi straordinari e ancora poco conosciuti, che a volte sfuggono all’attenzione del viaggiatore più distratto. Partiamo allora alla scoperta dei musei di Bologna più caratteristici e insoliti, che vi faranno scoprire le tante anime del capoluogo emiliano.

Museo della Storia di Bologna

Ospitato all’interno del medievale Palazzo Pepoli Vecchio, il Museo della Storia di Bologna è un viaggio nella storia della città, dall’epoca etrusca fino ad oggi. Ma non vi immaginate un luogo polveroso con pannelli illustrativi e reperti chiusi in una teca: questo è un museo interattivo che racconta le varie epoche attraversate dalla città attraverso strumenti multimediali. Così, entrando nella sala dedicata ai canali di Bologna ci si ritrova immersi in un gioco di proiezioni e luci azzurre, e in quella incentrata sulla Bononia romana si può ammirare un vero tratto dell’antica via Emilia.

Opificio delle Acque

Sin dal Medioevo il centro di Bologna è attraversato da una rete di canali sotterranei, quasi integralmente coperta nel corso del Novecento. Per saperne di più su questa storia particolare vi consigliamo di visitare l’Opificio delle Acque e il suo Centro Didattico Documentale. Lo stesso edificio in cui è ospitato riveste un ruolo importante nel sistema idrico bolognese: l’Opificio della Grada si trova infatti nei pressi del punto d’accesso del canale di Reno in città, protetto appunto da una “grada” in ferro (grata in bolognese), e che nel corso dei secoli è stato utilizzato tra l’altro come mulino, conceria e centrale idroelettrica. L’Opificio delle Acque organizza inoltre interessanti mostre temporanee sul tema dei canali e delle acque bolognesi.

Museo per la memoria di Ustica

Ci allontaniamo dal centro per scoprire uno dei musei più toccanti di Bologna, sito in via di Saliceto nel quartiere della Bolognina. Il Museo per la Memoria di Ustica è in realtà un’installazione permanente realizzata dall’artista Christian Boltanski e dedicata alla strage del 1980, che ha visto la morte di 81 persone. Al centro del museo si trova il relitto dell’aereo DC9, abbattuto mentre volava in direzione di Palermo, e qui ricostruito con un’operazione di grande potenza emotiva. Sopra l’aereo, 81 luci si accendono e spengono al ritmo di un respiro, per ricordare le vite spezzate dei passeggeri.

Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna

Una meta davvero imperdibile per gli amanti della musica, e non solo. Il Museo della Musica di Bologna celebra il legame del capoluogo emiliano con questa nobile arte: non a caso nel 2006 la città è stata dichiarata Città Creativa della Musica dall’Unesco. All’interno del neoclassico Palazzo Sanguinetti, splendidamente affrescato, una ricca collezione di strumenti musicali d’epoca, ritratti di celebri musicisti come Mozart (che nel 1770 studiò proprio a Bologna), documenti storici e molto altro ancora, per un arco di tempo che abbraccia sei secoli.

Museo della Specola

Uno dei musei più particolari di Bologna è il Museo della Specola in via Zamboni, parte del sistema museale dell’Università di Bologna. Un tempo utilizzata per le osservazioni astronomiche, la torre della Specola ospita oggi un vero e proprio museo “verticale” dedicato all’astronomia. Salendo da una sala all’altra verso la sommità della torre, la visita guidata si snoda tra giganteschi telescopi di legno, antichi mappamondi e strumenti dai nomi affascinanti, come le sfere armillari. Ciliegina sulla torta è sicuramente la terrazza panoramica della Specola, da cui si gode di una vista a tutto tondo sulla città.

Fondazione MAST

Il MAST non è un vero e proprio museo, ma sicuramente è uno spazio unico nel panorama bolognese. Ospitato all’interno di un edificio contemporaneo inaugurato nel 2013, il MAST è un luogo poliedrico dedicato ai grandi temi della tecnologia, dell’arte e dell’innovazione, declinati in varie modalità. Al suo interno si tengono ad esempio grandi mostre fotografiche - celeberrima ormai quella sull’Anthropocene del 2019 - ma anche approfondimenti, conferenze e incontri.

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.