Street Art a Bologna: i murales da non perdere. Una guida su dove vederli. Le foto

Street Art a Bologna: i murales da non perdere. Una guida su dove vederli. Le foto

Attualità Bologna Giovedì 21 ottobre 2021

© Piera Pastore
Altre foto

Bologna - La Street Art a Bologna ha una lunga storia: era il 1984 quando la Galleria d’Arte Moderna organizzò la mostra Arte di Frontiera. New York Graffiti alla quale parteciparono gli esponenti principali del graffitismo newyorkese, tra cui Jean-Michel Basquiat, Keith Haring e Kenny Scharf. Tra gli anni ’80 e ‘90 la scena dell’arte urbana bolognese iniziava a mettere le proprie radici sul territorio; è proprio in quegli anni che a Bologna cominciano ad emergere artisti dal calibro di BLU, ormai conosciuto in tutto il mondo, DADO e Cuoghi e Corsello.

Oggi nel cuore della città, tra le strade del centro e i quartieri più periferici, si possono ammirare numerosi murales realizzati da artisti di fama nazionale e internazionale. Ecco un elenco dei murales da non perdere a Bologna.

Il murale di Luis Gutiérrez in Via Zamboni

Forse il più “antico” tra i murales realizzati a Bologna ancora intatto, quello dell’artista colombiano Luis Gutiérrez realizzato nel 1988 in occasione dei 900 anni dell’Università di Bologna in Via Zamboni. Il murale dal titolo 500 Anni dalla Conquista dell’America racconta la storia dell’America latina, con forme, colori e personaggi che rimandano al folklore sud americano. L’opera di street art è stata restaurata completamente nel 2014 grazie alla collaborazione dell’Università di Bologna, l’Accademia delle Belle Arti, il quartiere di San Vitale e le associazioni Habitat e Intorno al cerchio.

I grandi murales del progetto Frontier – la linea dello stile

Nel 2012 Bologna ha ospitato il progetto di arte urbana Frontier – La linea dello stile con cui il Comune di Bologna, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, ha valorizzato il Writing e la Street Art avviando una riflessione approfondita su due discipline riconosciute come forme di espressione tra le più interessanti nel panorama dell’arte contemporanea. Grazie al festival Frontier sono stati realizzati 13 murales di grandi dimensioni da street artist di fama internazionale, ancora oggi tutti da ammirare. Camminando in Via del Lavoro nel quartiere San Donato si possono vedere i muri dei noti street artist Etnik, Honet e DADO. In Bolognina ci sono le opere di Daim (in Via Fioravanti) e di Does ed Eron (in Via Colonna). In Via Marco Polo è possibile ammirare i murales di Joys, Rusty e Decorabiscando, mentre in Via Azzo Gardino i lavori di Lokiss e Rae Martini. Tutti murales grandi e coloratissimi, da vedere assolutamente.

I murales di Dumbo Space

A pochi passi dal centro e dalla stazione di Bologna, in Via Camillo Casarini 19. Dumbo Space è una vera chicca per gli amanti della Street Art. Grazie alla prima edizione del festival di street art URBANA - Underground Art Project, l’ex scalo ferroviario bolognese del Ravone ha colorato i suoi grandi muri con le opere di street artist della “vecchia scuola” come Chob, Giorgio Bartocci, Luca Zamoc e Corn79. Una tappa è d’obbligo se siete appassionati di arte urbana.

I murales di Via Stalingrado

Chi ama la Street Art a Bologna non può perdere i murales del ponte di Via Stalingrado, una vera esplosione di colori… una tela a cielo aperto. Tutto è nato nel 2016 con un gruppo di volontari coordinati da Roberto Morgantini (inventore delle Cucine Popolari a Bologna) che lanciò una sfida: ripulire il grigio ponte di via Stalingrado dando vita al primo vero esperimento collettivo di Street Art dal basso. Sul ponte arrivano tantissimi artisti, noti e meno noti, con lo scopo di dare un'identità a un "non luogo" che rappresenta una sorta di biglietto da visita per chi attraversa la città da una parte all'altra.

Il murale di Peter Schuyff

Sulla fiancata del grattacielo Morandi in via Passarotti, nel quartiere Bolognina, è stato realizzato un grande murale in stile optical coloratissimo. È opera dell'artista olandese Peter Schuyff, esponente del movimento Neo-Geo, da tanti anni residente a New York, dove fu amico, tra gli altri, di Andy Warhol. Utilizzando una struttura geometrica e astratta, l'artista si è ispirato alla tavolozza dei colori di Giorgio Morandi. Il murale è quindi anche un omaggio al pittore bolognese più significativo del '900.

Cheap Poster Festival

Non si parla di muri dipinti, ma di arte di strada. Camminando per Bologna è impossibile non incontrare i poster di Cheap Festival. Cheap è un festival nato dal basso, che ogni anno occupa le strade di Bologna promuovendo la Street Art come strumento di rigenerazione urbana e indagine del territorio attraverso l’uso dei poster. Tanti sono gli artisti di rilievo internazionale che hanno collaborato durante gli anni con CHEAP a Bologna: Alberonero, Andreco, BR1, Levalet, Lucamaleonte, Mentalgassi, Missme, Nemo’s, MP5, Stikki Peaches e molti altri.

La Street Art in Via del Pratello

La Galleria d’Arte Pubblica Pratello è un concentrato di Street Art a cura dell’Associazione Arti Povere Pratello che invade l’intera via con i suoi colori e le sue storie. Sono tantissimi gli artisti che hanno lasciato un contributo in Via del Pratello, promuovendo la memoria di persone, luoghi e fatti legati alla zona e al capoluogo emiliano–romagnolo. Tra i tanti si possono trovare i murales di street artist noti come Ericailcane e Bastardilla, di NemO’s, di Alice Pasquini e di Sharko.

I murales in Via Martelli

In via Martelli, nell’estrema periferia a nord est di Bologna, è possibile visitare una vera e propria galleria a cielo aperto, con murales giganteschi di alcuni tra i maggiori street artist bolognesi. La strada è la prima a Bologna interamente dipinta da murales. Il progetto di street art è stato realizzato dal collettivo BLQ (Block Culture), in collaborazione con il Quartiere San Donato, il Comune di Bologna. Settore Politiche Abitative e l'ACER. Tra i muri le opere degli street artist DADO, Lokiss, Pazo Steel, Rusty ed Etnik.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.