Notte Europea dei Ricercatori 2021 a Bologna, il programma

Notte Europea dei Ricercatori 2021 a Bologna, il programma

Attualità Bologna Lunedì 20 settembre 2021

Bologna - La Comunità Europea per il sesto anno consecutivo ha finanziato il progetto SOCIETY che quest’anno propone come tema portante il Rinascimento per suggerire che, dopo la crisi, la rinascita è possibile cambiando prospettiva e costruendo una nuova alleanza tra umanità e natura.Oggi più che mai i ricercatori hanno un ruolo importante nella costruzione di una nuova visione del futuro, ma una vera rinascita è possibile solo con il coinvolgimento di tutti e grazie ad una rinnovata idea di società, che sia resiliente, rispettosa dell’ambiente, inclusiva ed equa.
Society Rinascimento torna  venerdì 24 settembre dal vivo e online con esperimenti, mostre e laboratori in via Zamboni e nelle sedi del campus e con webinar, seminari, incontri a tu per tu sulla piattaforma digitale che già lo scorso anno ha accolto migliaia di visitatori.
I ricercatori di CINECA, Università di Bologna, CNR, INFN, INAF, INGV, affiancati da ComunicaMente, tornano in un nuovo progetto, coordinato ancora una volta da CINECA, per accogliere il pubblico in oltre 100 stand reali e virtuali.
La Notte Europea dei Ricercatori si inaugurerà alle 18.00 nel cortile d’Ercole di Palazzo Poggi (via Zamboni 33) con il taglio del nastro e una presentazione a cui saranno presenti i rappresentanti delle istituzioni cittadine, il Rettore e i direttori di tutti gli enti partner del progetto.
A seguire si terrà lo spettacolo La chimica per il Pianeta: ma che spettacolo portato in scena dai ricercatori del gruppo Conoscere la Chimica moderato da Ruggero Rollini, comunicatore della scienza, per scoprire come mai la chimica è fondamentale per uno sviluppo sostenibile.
L’inaugurazione della Notte Europea dei Ricercatori sarà trasmessa in diretta streaming sulla piattaforma che ospiterà gli stand virtuali di Society Rinascimento, accessibile dal sito Notte dei Ricercatori.
Nel Cortile del Pozzo dello stesso Palazzo Poggi, alle 19.00 andrà in scena lo spettacolo per bambini Ant’s Line – Formiche in fila indiana. Lo spettacolo, vincitore dei premi Nuovo Teatro 2020 e r.Esistenze 2020, è allestito dalla compagnia Pars Construens.
Pianeta Terra, futuro prossimo. Il mondo è sull’orlo di un collasso ecologico e un gruppo di scienziati cerca una soluzione. Mentre le specie si estinguono una dopo l’altra, una sola sembra in grado prosperare: le formiche. Per scoprire il segreto della loro resistenza, gli scienziati si rimpiccioliranno per entrare nel formicaio e proporranno ai giovani spettatori di prendere parte alle ricerche per capire in che modo salvare il mondo.

Infine, ancora a Palazzo Poggi, nel Cortile dell’Ercole alle 21.30 ci sarà la proiezione di Die Anatomin della regista Iris Fegerl (versione italiana a cura dell’Università di Bologna) che racconta un capitolo sconosciuto della storia della medicina e del suo impatto sulla lotta di genere.

Per accedere ai tre eventi che si tengono nei cortili di Palazzo Poggi è necessaria la prenotazione da effettuare via e-mail all’indirizzo eventi@comunicamente.it.
In accordo con le attuali disposizioni l’accesso sarà consentito solo esibendo green pass valido, eccetto i minori di anni 12 (accesso Via Zamboni 33).
In caso di pioggia, le attività si svolgeranno all’interno (indicazioni in loco) e lo spettacolo per bambini sarà spostato alle ore 21.00.

Dalle 18.00 saranno anche visitabili i 30 stand presenti in via Zamboni e i 90 stand virtuali presenti sulla piattaforma online, animati da oltre 250 ricercatori dell’università e degli enti di ricerca coinvolti.

Gli accessi alla parte di Via Zamboni interessata dalla manifestazione saranno contingentati per garantire il distanziamento sociale, si potrà accedere dai due lati di Via Zamboni (angolo via del Guasto e angolo Piazza Scaravilli) e si uscirà da Largo Trombetti. All’accesso sarà richiesto di esibire green pass valido.
Sulla strada si incontreranno dimostrazioni, giochi, esperimenti, laboratori e piccoli seminari per confrontarsi con le più attuali tematiche della ricerca.

Chi sceglierà di partecipare alla Notte dei Ricercatori online potrà invece passare una serata in compagnia della ricerca accedendo, alle stanze virtuali nelle quali, i ricercatori illustreranno i loro studi più recenti, risponderanno alle domande del pubblico, ci parleranno in diretta di fenomeni di cui tutti conosciamo l’esistenza ma solo pochi immaginano le cause, e coinvolgeranno i ragazzi in giochi, esperimenti e laboratori.

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.