La Formula 1 torna a Imola il 18 aprile, primo Gp europeo del campionato - Bologna

La Formula 1 torna a Imola il 18 aprile, primo Gp europeo del campionato

Fitness Bologna Martedì 12 gennaio 2021

Bologna - La Formula Uno torna a Imola. Domenica 18 aprile 2021 la Formula Uno torna all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola con il Gran Premio dell'Emilia Romagna e sarà il primo Gp Europeo del Calendario. 

L'obiettivo è stato raggiunto dopo il successo dell'edizione 2020 e grazie alla collaborazione tra Regione Emilia – Romagna, Comune di Imola, Con.Ami, Formula Imola e ACI, che hanno lavorato in totale sintonia per riuscire a portare nuovamente il circuito imolese sul palcoscenico del massimo campionato a quattro ruote.

La storia del Campionato Mondiale di Formula 1 a Imola è iniziata nel 1980, quando l’autodromo ospitò il Gran Premio d’Italia in sostituzione di Monza. Dal 1981 iniziò l’epopea del GP di San Marino, 26 edizioni dal 1981 al 2006, gare che hanno scritto pagine leggendarie nella storia del motor sport. Basta scorrere l’albo d’oro per rendersi conto dei piloti che hanno scritto il loro nome nell’albo d’oro dei vincitori: Nelson Piquet, Didier Pironi, Alain Prost, Patrick Tambay, Elio De Angelis, Ayrton Senna, Nigel Mansell, Riccardo Patrese, Damon Hill, Heinz-Harald Frentzen, David Coulthard, Fernando Alonso e Michael Schumacher, vincitore per ben sette volte, tra cui l’ultima nel 2006. Lo scorso anno l’albo d’oro si è impreziosito con il nome del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton.

 Così ha commentato la notizia il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: «Imola si prepara ad accogliere la prima tappa europea del Mondiale 2021 della Formula 1, un motivo ulteriore per essere orgogliosi di un risultato al quale abbiamo lavorato con determinazione, come sempre insieme, facendo squadra con istituzioni ed enti locali. Il Gran Premio dell’Emilia-Romagna costituisce un’occasione straordinaria per valorizzare il nostro territorio, la diffusa capacità attrattiva, anche dal punto di vista turistico, e di innovare, e pone la nostra regione nella condizione di essere porta d’accesso per tutto ciò che di meglio il Paese può offrire. Sperando di poter essere nelle condizioni di poter aprire il circuito al pubblico, seppur nella capienza e nei limiti che possano garantire la massima sicurezza. E continuiamo a proporre appuntamenti sportivi come pochi altri sono in grado di fare, dando continuità a un cartellone di eventi nazionali e internazionali di caratura assoluta. Ricordo che il 20 gennaio al Mapei Stadium di Reggio Emilia ospitiamo la finale della Supercoppa italiana fra Napoli e Juve e il 30-31 gennaio la finale di Coppa Italia di Volley all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo), solo per citare i prossimi appuntamenti, oltre a continuare a investire sullo sport di base e l’impiantistica sportiva. Da qui passa la voglia di non fermarci, di dimostrare ancora una volta che nel momento in cui dobbiamo insistere nel contrasto al virus, e con l’avvio della campagna vaccinale che ci deve far guardare ai prossimi mesi con fiducia, siamo pronti a ricostruire e ad agganciare la ripresa subito, non appena sarà possibile farlo».

«Faccio i miei complimenti al Presidente Stefano Bonaccini, all'assessore Andrea Corsini e al Sindaco di Imola, Marco Panieri, per il risultato. Bologna ci sarà. Sia come Comune sia come Destinazione Turistica metropolitana faremo, la nostra parte nel sostenere e promuovere questo importante appuntamento, che sono sicuro avrà ricadute su tutto il territorio - dichiara Matteo Lepore, assessore allo Sport del Comune di Bologna e presidente della Destinazione Turistica -. La bandiera del made in Italy e il made in Emilia-Romagna va tenuta alta soprattutto in questo periodo. Bologna è una città che va dall'Appennino ad Imola ed è una terra di competenze fantastiche».

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.