Carnevale 2020 a Bologna e dintorni: cosa fare, dove andare e dove portare i bambini

Carnevale 2020 a Bologna e dintorni: cosa fare, dove andare e dove portare i bambini

Cultura Bologna Venerdì 7 febbraio 2020

© Pixabay/skeeze

Bologna - Nonostante il carnevale sia una festa mobile, legata a quando cade la Pasqua nel calendario liturgico, febbraio è certamente il momento dell'anno in cui questa festa dalle origini antichissime si celebra quasi ovunque. L'etimologia legata al suo nome non è certa, pare derivi dal latino carnem levare (eliminare la carne), dal momento che indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di carnevale (Martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno che caratterizzava la Quaresima. Tradizionalmente il martedì e il giovedì grasso sono, infatti, i giorni dei maggiori festeggiamenti; in particolare il martedì grasso è il giorno di chiusura dei festeggiamenti carnevaleschi, dato che la Quaresima nel rito romano inizia con il Mercoledì delle ceneri.

Le origini del carnevale si possono far risalire a festività molto antiche, come le dionisiache greche o i saturnali romani. Durante queste celebrazioni si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell'ordine, allo scherzo e anche alla dissolutezza. Secondo il critico russo Michael Bachtin «Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine».

Oggi il carnevale si celebra soprattutto con carri allegorici, di cartapesta o altri materiali, che sfilano per le vie di paesi e città; per l'occasione ci si traveste con costumi carnevaleschi, ispirati ai temi più vari, che in particolare traggono ispirazione dal mondo cinematografico. Non mancano coriandoli, stelle filanti, dolci tipici, come le sfrappole o chiacchiere, musica e balli. Anche a Bologna e provincia sono diversi i carnevali che si festeggiano, da quelli piccoli da paesi a quelli più famosi e affollati. 

Viva i coriandoli di Carnevale,
bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate
scacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
(Gianni Rodari)

Bologna e provincia: le feste di Carnevale 2020

Domenica 16 e 23 febbraio a San Giovanni In Persiceto si festeggia il carnevale con il tradizionale spillo il momento in cui i carri allegorici cambiano fattezze e colori rivelando un significato nascosto, spesso satirico; il tutto accompagnato dal re del carnevale persicetano, Bertoldo, la maschera locale. Lo spillo caratterizza i carri anche di San Matteo della Decima, frazione di Pesiceto, dove il 16 e il 23 le società carnevalesche si sfidano per la conquista del Gonfalone di Re Fagiolo di Castella. Barbaspein è invece la maschera tipica del carnevale di Pieve di Cento, che prosegue domenica 9 e termina il 16, quando viene decretata la società carnevalesca vincitrice dell'edizione 2020. 

Il 9 e il 16 anche le vie di Vergato, sopra i colli bolognesi, sono animate dalle sfilate dei carri allegorici, mentre il 16 e il 23 l'appuntamento è a San Pietro in Casale, con la maschera locale Re Sandròn Spaviròn, e a Bazzano con Barba Zecc. Il tema ecologista è protagonista del carnevale di Castel San Pietro Terme, che si festeggia sabato 22 febbraio per le vie cittadine. A Savigno, invece, sui colli di Bologna, al carnevale è dedicato l'intero weekend, con il Gran ballo in maschera il 22 e la sfilata dei carri domenica 23. 

Dove portare i bambini per Carnevale a Bologna

I bambini sono sempre protagonisti dei festeggiamenti del carnevale a Bologna, ma ci sono alcuni appuntamenti che, in particolare, sono dedicati ai più piccoli. Si inizia venerdì 7 con i cattivi della Disney ad animare Malvagilandia, il carnevale da Fico; rimanendo in tema fiabesco, il 15 e il 16 alla Rocchetta Mattei si festeggia il Carnevale tra le favole. Domenica 16 a Casalecchio c'è il carnevale dei bambini, con sfilata dei carri allegorici e animazione. Anche a Imola domenica 23 si festeggia il carnevale dedicato ai più piccoli, preceduto dal carnevale dei Fantaveicoli, che si tiene sabato 22 all'autodromo Enzo e Dino Ferrari, dove dei particolari carri ecologici sfilano fino alle vie del centro. 

Ferrara e provincia: dal Carnevale di Cento a Comacchio

Il 9 inizia il Carnevale di Cento, con il rapper milanese J-Ax ad aprire la prima domenica; si prosegue il 16 con gli Eiffel 65 e gli altri ospiti che ogni domenica salgono sul palco di piazza Guercino. Il 16 e il 23 si tiene, invece, il Carnevale sull'acqua di Comacchio, dove le barche si vestono a festa trasformandosi in originali opere d’arte, per navigare tra i ponti e canali del centro. Per fare un salto nella Ferrara del Rinascimento dal 20 al 23 febbraio si tiene il Carnevale degli Este, un viaggio nel tempo che trasporta i visitatori nel mondo di dame, principi, cortigiani, cantastorie e armati, banchetti in costume, rappresentazioni teatrali, danze storiche, spettacoli ispirati alle feste che si tenevano a Carnevale nel XV e XVI secolo. 

Potrebbe interessarti anche: , Itinerari in Emilia Romagna: Ferrara, il Delta del Po e Comacchio , Estate 2020 alla Certosa di Bologna: il programma completo , Labirinto Effimero e Labirinto Sospeso: perdersi tra i campi di mais in provincia di Ravenna. Info, orari e biglietti , Itinerari alla scoperta della Certosa di Bologna nella Settimana dei Cimiteri Europei

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.