Sagre e Carnevali a Bologna a febbraio: gli eventi da non perdere

Sagre e Carnevali a Bologna a febbraio: gli eventi da non perdere

Ristoranti e Sagre Bologna Venerdì 31 gennaio 2020

Bologna - Sono tante le feste sul territorio bolognese in programma a febbraio e marzo: dagli appuntamenti legati al passaggio della fine dell'inverno e all'inizio della primavera, a quelli dedicati ai sapori tipici del territorio, senza dimenticare le feste di Carnevale e la riapertura dei mercati contadini. In particolare, i protagonisti del mese di febbraio sono gli zuccherini e i carnevali del territorio. Tra appuntamenti storici, maschere tipiche e grandi sfilate di carri allegorici, i punti ristoro propongono sfrappole, castagnole, torte e altre dolci specialità.

Fra i carnevali storici ricordiamo quelli di Pieve di Cento (2, 9 e 16 febbraio), il Carnevale vergatese (9 e 16 febbraio) e San Giovanni in Persiceto, San Pietro in Casale e San Matteo della Decima (16 e 23 febbraio).

Sempre a tema dolce ricordiamo la Festa di Sant'Agata (5 febbraio), dove la cittadina prepara in onore della patrona la tipica brazadèla tèndra (ciambella tenera) e altre specialità come le frittelle di riso. Inoltre, Per la prima volta sarà in vendita il dolce Papaveri e Papera della Zia, vincitore del concorso Un dolce per Sant'Agata.

Per gli amanti del salato nell'imolese si festeggiano due storiche Sagre dei maccheroni: il 25 febbraio a Borgo Tossignano e il primo marzo a Ponticelli di Imola. A Dozza, invece, ogni domenica ci sono i Banchi d'assaggio in Enoteca.

Le tradizioni locali della lavorazione del maiale si rivivono a Pianoro (22-23 febbraio), Mezzolara di Budrio (23 febbraio) e Monghidoro (1 marzo).

A segnare l'arrivo della primavera vi è il Lom a merz (Lume a marzo), antica tradizione contadina che consiste nell'accendere un grande falò con i rametti di potatura per chiedere al mese di marzo di portare la primavera: appuntamenti a Borgo Tossignano, Castel del Rio (29 febbraio), Imola e Marzabotto (14 marzo). Spirito simile anche nell'ormai famosa Festa della Saracca (29 marzo – Oliveto in Valsamoggia) dove tra canti e balli si porta in una scanzonata processione funebre l'aringa, simbolo della penuria invernale ormai agli sgoccioli.

A febbraio inoltre riprendono gli appuntamenti con i mercati contadini del territorio, occasione per acquistare ottimi prodotti stagionali, dall'ortofrutta ai formaggi e alle conserve, sempre con un occhio attento alla qualità e al km zero.

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus, Bologna: l'Associazione cinese dell'Emilia Romagna dona 30mila mascherine al Comune , Ivan Signoretti, da Rimini a Dubai con la Pizza Gourmet. Tra le migliori pizzerie d'Italia per il Gambero Rosso

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.