La Card Musei di Bologna diventa Card Cultura: sconti a concerti, cinema e teatro. Le novità

La Card Musei di Bologna diventa Card Cultura: sconti a concerti, cinema e teatro. Le novità

Itinerari e visite Bologna Venerdì 6 dicembre 2019

Bologna - Un nuovo nome, una nuova immagine e tanti nuovi vantaggi. La Card Musei Metropolitani di Bologna, principale strumento di accesso all’offerta culturale della città, cambia veste e si rinnova a partire dal 5 dicembre 2019. Il nuovo abbonamento prende il nome di Card Cultura e si arricchisce di ulteriori sconti, convenzioni e vantaggi riservati agli abbonati, diventando il più ricco e conveniente abbonamento per la fruizione culturale del nostro territorio. 

Cinema, teatro e musica si affiancano alle proposte legate a mostre e musei. Da subito nuove possibilità per i possessori della card con cinema a 5 euro tutti i lunedì nelle sale di Circuito Cinema, sconti fino a 15 euro in alcuni dei principali teatri della città e molte riduzioni per per i più importanti e amati festival bolognesi. «La cultura per tanti e non per pochi: questo è l'obiettivo del rilancio della Card Cultura, rivolta a tutta la città metropolitana – afferma l’assessore alla Cultura e promozione della città Matteo Lepore - Non solo musei gratuiti ma concerti, cinema e teatro, con particolare attenzione ai giovani. Un modo per offrire a tante persone una chiave d'accesso alle opportunità che Bologna offre in ambito culturale». Rimane invariata la durata di 12 mesi a partire dal momento dell’acquisto, così come rimane invariato il costo di 25 euro (intero) per usufruire dell’ampia offerta dell’abbonamento. Cambia invece il costo per gli Under 26, che scende a 15 euro, con l’obiettivo di agevolare i più giovani nella fruizione degli eventi culturali del territorio, offrendo uno strumento importante come la Card Cultura a un prezzo davvero contenuto.

La nuova Card Cultura non offre solo una scontistica sugli ingressi ai musei e mostre, ma vuole essere un vero e proprio strumento di promozione e creazione di attività culturali dedicate. Come in passato infatti la card continuerà ad offrire ingresso gratuito illimitato alle collezioni permanenti e ridotto alle mostre temporanee di tanti musei della città e dell’area metropolitana. Aumenta però il numero delle istituzioni culturali aderenti, si arricchisce la proposta per quello che riguarda il cinema, gli spettacoli teatrali e i concerti e i festival e nasce un nuovo programma di iniziative dedicate in esclusiva ai possessori della Card.

Musei

Restano confermati gli ingressi gratuiti ai musei di Bologna e dintorni: si va da tutta l’offerta dell’Istituzione Bologna Musei a quella del circuito Genus Bononiae, fino ai musei Universitari, la Pinacoteca e il Teatro Anatomico all’Archiginnasio. In Città metropolitana la scelta è vasta e comprende numerosi musei della pianura fino a Imola e all’Appennino. Aumenta il numero delle adesioni per quanto riguarda gli ingressi ridotti alle mostre temporanee, con spazi espositivi non solo su Bologna ma su tutta la regione Emilia Romagna.

Cinema

Per quanto riguarda il cinema, si amplia il numero delle sale aderenti, che da quest’anno offrono agli abbonati non solo sconti speciali ma, in alcuni casi, anche la possibilità di avere posti riservati gratuiti o la possibilità di partecipare a proiezioni dedicate.
Anche nell’ambito dei teatri e dei festival aumenta il numero delle adesioni così come gli sconti per i possessori della Card, con riduzioni che vanno dai 5 ai 10 euro sul prezzo dei biglietti interi e promozioni speciali su alcuni spettacoli ri servati agli abbonati.

Incontri

Non meno importante il calendario di appuntamenti, conferenze, incontri con curatori e autori, visite guidate, accessi a porte chiuse, spettacoli riservati ed eventi speciali organizzati in esclusiva per i possessori della Card, che potranno in questo modo godere di un rapporto privilegiato con l’arte e la cultura del territorio e scoprire da vicino l’enorme patrimonio di Bologna e dintorni.

Quello della Card Cultura è cambio d’identità testimoniato anche da un nuovo sito Card Cultura, online dal 5 di dicembre, sul quale sarà possibile trovare informazioni dettagliate tutte le nuove convenzioni, sulle modalità di acquisto della Card e sulle iniziative dedicate agli abbonati.

Potrebbe interessarti anche: , Bologna in dieci libri, da Jack Frusciante al Broker di John Grisham , Musei chiusi per il Coronavirus? Al Mambo di Bologna la mostra va in streaming , Cosa fare a Bologna nonostante il Coronavirus: parchi e aree verdi , Bologna da scoprire: percorsi per ipo e non vedenti con la Girobussola , Itinerari in luoghi abbandonati: in Romagna nasce In Loco, il Museo diffuso dell'Abbandono

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.