Bologna sempre più verde: in arrivo 107 nuovi alberi contro lo smog

Attualità Bologna Lunedì 21 ottobre 2019

Bologna sempre più verde: in arrivo 107 nuovi alberi contro lo smog

Altre foto

Bologna - Bologna diventa sempre più verde, grazie alla piantagione di ben 107 nuovi alberi che saranno messi a dimora in sei tra parchi e aree verdi della città. 

«Spesso - afferma il Sindaco Virginio Merola - si sente dire che si piantano gli alberi ma, oltre a dire cosa si fa, secondo me è importante dire come lo si fa: noi non mettiamo a dimora piantine, che avrebbero un 30% di possibilità di sopravvivere, ma alberi che hanno già dimensioni tali da essere efficaci nell'assorbimento di anidride carbonica e polveri sottili. Sicuramente cresceranno sani e robusti, grazie alle cure che gli dedichiamo, sopratutto nei primi tre anni di vita, perché, quando si decide di fare un investimento, poi i soldi non vanno buttati via. La verità è che noi, ci troviamo in una "patria artificiale" in cui la natura è stata creata dall'uomo, per questo motivo dobbiamo essere consapevoli di come interveniamo sugli aspetti del paesaggio urbano e sulla forestazione, perché gli alberi hanno un loro ciclo di vita e a un certo punto vanno anche sostituiti, cosa che noi facciamo costantemente. Nell'attenzione a tutto questo la città di Bologna fa scuola».  

I nuovi alberi saranno messi a dimora nei parchi Nicholas Green (18), Gioco del Mondo (11) e nel giardino Severo Pozzati (17) nel quartiere Borgo Panigale-Reno, al parco Lunetta Gamberini (24) nel quartiere Santo Stefano, al pioppeto Mattei (20) e nell’area patrimoniale tra via dell’Industria e via Alberoni (10) nel quartiere San Donato-San Vitale. In totale gli alberi sono 107 e appartengono sia a specie autoctone sia esotiche, selezionate tra le più efficaci ed efficienti nella lotta all'inquinamento (assorbimento di CO2 e polveri sottili). La loro collocazione, a cura della cooperativa Avola, è stata studiata senza snaturare i disegni paesaggistici di alcune aree verdi, soprattutto quelle di rilevanza storica.

Questo primo intervento si inserisce nell'ambito di una strategia più generale legata all'implementazione della fitomassa urbana che, per il 2020, si pone l'obiettivo di aumentare il numero di alberi afferenti al patrimonio pubblico di circa mille unità. Sono infatti previsti interventi di forestazione anche all'interno di alcune aree patrimoniali del Comune di Bologna, non attrezzate a verde pubblico e, proprio per questo, idonee ad ospitare operazioni di carattere più naturalistico.

Fra gli interventi in programma anche quello, attualmente in fase di progettazione, legato alla messa a dimora di una cinquantina di alberi all'interno del centro storico cittadino (una delle zone di Bologna dove la dotazione arborea è più scarsa), in luoghi e posizioni in cui le piante non sono presenti; il tutto nell'ottica di migliorare il microclima urbano e mitigare gli effetti dei colpi di calore in una zona particolarmente critica sotto questo punto di vista.

Potrebbe interessarti anche: , Fai, i luoghi del cuore in Emilia Romagna: interventi a Porretta terme e Pieve di Cento , Ztl ambientale a Bologna, cosa cambia nel 2020: dalla sosta a pagamento alle limitazioni per gli Euro 0 nel centro storico , Luminarie a Bologna: Cesare Cremonini dopo Lucio Dalla accende via D'Azeglio , Bologna e Modena: gli eventi da non perdere del 2020. Capodanno, Etruschi, Art Week e Superbike , Strage di Ustica, conclusi i lavori di manutenzione del relitto e rinnovata sala video del Museo

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.