Misure antismog a Bologna, Imola e nell'agglomerato al via dal primo ottobre

Attualità Bologna Venerdì 27 settembre 2019

Misure antismog a Bologna, Imola e nell'agglomerato al via dal primo ottobre

© Flickr/Spazillimiti

Bologna - Da martedì primo ottobre e fino al 31 marzo 2020 tornano le misure antismog a Bologna, Imola e nell’agglomerato (Argelato, Calderara, Casalecchio, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo, Ozzano, Pianoro, San Lazzaro e Zola). Viene pertanto limitata la circolazione dei veicoli più inquinanti e l’uso degli impianti a biomassa (a 1 e 2 stelle), con l'obiettivo di migliorare la qualità dell’aria.

Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e nelle domeniche ecologiche (che saranno due domeniche al mese), non potranno dunque circolare i veicoli benzina pre-euro e euro 1, diesel fino a euro 3 compreso e cicli e motocicli pre-euro. Disco verde, invece, ai mezzi alimentati a metano, gpl, elettrici, ibridi e a quelli che viaggiano con almeno 3 persone a bordo, se omologati per 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti (car pooling). 

Le norme previste per le limitazioni alla circolazione sono quindi le stesse in vigore nella scorsa stagione termica mentre la novità riguarda gli impianti per il riscaldamento domestico a biomasse con lo stop all’utilizzo di caminetti, stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle (l’anno scorso lo stop riguardava solo gli impianti a 1 stella) negli immobili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, esclusi i Comuni montani.  I dettagli sulle limitazioni sono riportati nelle ordinanze dei singoli Comuni.

La Città metropolitana mette a disposizione anche quest’anno un servizio di Alert gratuito (che conta circa 5mila iscritti) che avverte con un sms o una email quando scattano le misure emergenziali e le domeniche ecologiche. Online anche il sito dedicato con tutte le informazioni e il materiale informativo realizzato da Arpae, oltre alla mappa interattiva che mostra le aree in cui sono in vigore le limitazioni, i percorsi consentiti e i principali collegamenti, le informazioni utili per gli spostamenti: i parcheggi scambiatori, le stazioni e linee ferroviarie del SFM e le fermate bus.

Misure emergenziali: quando si supera il limite di PM10 per 3 giorni consecutivi scattano le “misure emergenziali” con l’estensione del blocco agli euro 4 diesel, lo stop agli impianti a biomassa per uso domestico fino a 3 stelle (comprese), l’obbligo di abbassamento del riscaldamento fino a 19° nelle case e 17° nelle attività produttive e artigianali, i divieti di combustione all’aperto, di sosta e fermata con il motore acceso per tutti i veicoli, di spandimento liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Rispetto alle domeniche ecologiche Città metropolitana e Comune di Bologna hanno proposto ai Comuni dell’agglomerato di indicare nelle rispettive ordinanze, che sono in corso di definizione, la prima domenica e la terza di ogni mese (solo per gennaio la seconda e la terza domenica).

Ricordiamo anche dal primo gennaio 2020 a Bologna scatteranno le nuove misure dello Ztl Ambientale, per il quale chi vive nel centro storico deve mettersi in regola con i nuovi tagliandi. 

Potrebbe interessarti anche: , Torre degli Asinelli chiusa al pubblico dal 21 al 25 ottobre , Bologna sempre più verde: in arrivo 107 nuovi alberi contro lo smog , Sciopero Bologna del 25 ottobre: bus Tper, treni, aerei e scuole. Gli orari e le modalità , Bologna e Modena: gli eventi da non perdere del 2020. Capodanno, Etruschi, Art Week e Superbike , Strage di Ustica, conclusi i lavori di manutenzione del relitto e rinnovata sala video del Museo

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.