Via i graffiti dai Portici di Bologna: il piano per pulire la città e Adotta una strada

Via i graffiti dai Portici di Bologna: il piano per pulire la città e Adotta una strada

Attualità e tendenze Bologna Mercoledì 31 luglio 2019

Il Sindaco Virginio Merola e gli assessori Valentina Orioli (tutela e riqualificazione della città s
© Wikipedia/sailko
Altre foto

Bologna - È iniziato con oggi, mercoledì 31 luglio 2019, il progetto Via i graffiti dai portici con un primo investimento di 180.000 euro e la pulizia degli edifici del centro storico.

Il Comune di Bologna ha anche annunciato il progetto Adotta una strada rivolto ai privati che attraverso lo strumento dei patti di collaborazione potranno affiancare l’Amministrazione facendo la loro parte con l’obiettivo di mantenere la città pulita. La rimozione dai tags è legata a doppio filo con la candidatura dei portici a patrimonio dell’umanità Unesco: la loro cura è infatti fondamentale per arrivare al traguardo, soprattutto ora che il Comune è impegnato nella chiusura del dossier di candidatura che verrà consegnato all’Unesco in settembre.

Il primo blocco di finanziamenti ammonta dunque a 180.000 euro, di cui circa centomila derivanti dall’imposta di soggiorno. Si comincia dal cuore della città: via Indipendenza, via Rizzoli, via Ugo Bassi, via Lame, Piazza San Francesco, e aree limitrofe. 

Circa 50.000 euro sono stati investiti per eseguire i lavori di manutenzione ordinaria per la pulizia da tags, graffiti e scritte dai paramenti di pietre naturali, arenarie e i portoni in legno presenti nei portici delle vie individuate. Questi lavori sono stati affidati alla società Leonardo, altamente specializzata in questo ambito. La stessa cifra, circa 50.000 euro, è un ulteriore finanziamento che servirà ai lavori di pulizia degli intonaci dei portici, lavori affidati al consorzio Cires.  Infine, 80.000 euro è la cifra impegnata nel piano dei lavori pubblici per affidare al global la pulizia dei manufatti tecnologici, come per esempio le cabine elettriche.

Accanto a questi investimenti, il Comune promuove la campagna Adotta una strada, rivolta a soggetti privati proprietari di portici o muri del centro o della periferia colpiti dal fenomeno del vandalismo grafico: attraverso i patti di collaborazione, come già accade in molti luoghi della città, possono prendersi cura della loro strada ricevendo dal Comune gli strumenti necessari a mantenere puliti portici e facciate.

Potrebbe interessarti anche: , La fabbrica di mascherine Ffp3 di Bologna assume e aumenta la produzione , Coronavirus: a Bologna arrivano i tamponi in macchina, 1 ogni 5 minuti , L'unica fabbrica di ventilatori polmonari in Italia è a Bologna, arriva l'esercito per aumentare la produzione , Antoniano, a Bologna distribuiti quasi 3 mila kit alimentari , Gestire l'ansia ai tempi del Coronavirus: pillole di psicologia online per superare l'emergenza. L'idea dell'Unione dell’Appennino

Fotogallery

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.