Regia Accademia Filarmonica di Bologna, al via la Stagione 2019. Il programma completo

Regia Accademia Filarmonica di Bologna, al via la Stagione 2019. Il programma completo

Musica Bologna Lunedì 4 marzo 2019

Bologna - Da sabato 2 marzo prende il via la stagione cameristica 2019 della Regia Accademia Filarmonica di Bologna. Sono 13 i concerti in programma, distribuiti nelle due rassegne: Il Quartetto in Sala Mozart. Serate Musicali 2019 e Il sabato all’Accademia. 

Il cartellone de Il Quartetto in Sala Mozart. Serate Musicali 2019 prevede tre concerti da aprile a giugno. Il ciclo si aprirà lunedì 1 aprile con un'eccezione il Quintetto Bartholdy, costituito da cinque musicisti tedeschi, Anke Dill e Ulf Schneider violini, Barbara Westphal e Volker Jacobsen viole, Gustav Rivinius violoncello, i quali grazie al loro lavoro stanno contribuendo a far apprezzare in tutta Europa le opere espressamente scritte per questa particolare formazione strumentale; per il concerto all’Accademia il Quintetto Bartholdy proporrà musiche di Zemlinsky, Mendelssohn-Bartholdy e Bruckner. 

Lunedì 13 maggio suonerà in Accademia per il secondo anno consecutivo il Quartetto Quiroga, recentemente nominato Quartetto in residence della Reale Collezione di Stradivari del Palazzo Reale di Madrid e considerato uno dei quartetti più dinamici della giovane generazione, acclamato da pubblico e critica per la particolare personalità e vastità di repertorio. Costituito da Aitor Hevia e Cibrán Sierra, violini, Josep Puchades, viola e Helena Poggio, violoncello, il Quiroga in quest’occasione presenterà un insolito programma, con musiche di Arriaga, Ginastera e Beethoven. 

Chiuderà la rassegna il Quartetto Meccore, lunedì 3 giugno, talentuoso quartetto polacco già ospite di teatri importanti come l’Auditorio Nacional de Música di Madrid, la Wigmore Hall di Londra, il Bozar di Bruxelles e il Musikverein di Vienna, che eseguirà musiche di Penderecki, Janáček e Smetana.

IL SABATO ALL’ACCADEMIA
Edizione 2019
Sala Mozart, ore 17

La stagione dei concerti del sabato pomeriggio (dieci appuntamenti alle ore 17) si aprirà e chiuderà quest’anno con il trio costituito da Duccio e Vittorio Ceccanti, violino e violoncello, e Matteo Fossi, pianoforte, che presenterà i due Trii di Schubert e i due Sestetti di Brahms trascritti per trio da T. Kirchner, il 2 marzo e il 23 novembre.
Per il terzo anno consecutivo, il cartellone vedrà la partecipazione dei Solisti dell’Orchestra Mozart, (impegnati anche nella seconda edizione dell’“Orchestra Mozart Festival”, che si svolgerà dal 26 al 28 aprile 2019). Nella rassegna in Sala Mozart, saranno ospitati tre dei solisti più conosciuti dal pubblico bolognese, accompagnati da affermati pianisti: Mattia Petrilli (flauto) con Pierpaolo Maurizzi (pianoforte), che eseguiranno il 30 marzo musiche di Franck, Gaubert, Fauré, Bizet e Borne; l’1 giugno sarà il turno di Francesco Senese (violino) con André Gallo (pianoforte) con un progetto dedicato alle musiche popolari del Nord Europa dal titolo “Da genti e paesi lontani...” (musiche di Sibelius, Prokof’ev, Vaughan-Williams, Smetana e Grieg); infine Mariafrancesca Latella (clarinetto) con Roberto Arosio (pianoforte), che il 5 ottobre apriranno la parte autunnale della stagione con musiche di Debussy, Brahms, Poulenc e Weber.
L’11 maggio sarà la volta di una formazione bolognese molto amata: il Trio Marzadori. Costituito dalle sorelle Laura, primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Sara, viola dell’Orchestra Mozart e della Camerata Salzburg, e la giovane Irene, il trio ci presenterà brani di Mozart, Beethoven e Strauss.
Si rinnova poi l’impegno dell’Accademia a promuovere i giovani più talentuosi, nel segno delle tradizionali e prestigiose collaborazioni con l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola e con la Scuola di Musica di Fiesole. I pianisti “imolesi” saranno quest’anno Martina Consonni (16 marzo), che eseguirà un programma monografico dedicato a Chopin, e Nicola Pantani (19 ottobre), impegnato in un tutto-Debussy. Da Fiesole proviene invece il Quartetto Echos (9 novembre), che presenterà brani di Dvořák e Janáček. 

Inoltre, in primavera in programma un concerto d’organo: il 6 aprile protagonista sarà il prezioso Organo Traeri, costruito nel 1673 e donato all’Accademia dal suo fondatore, Vincenzo Maria Carrati; a suonarlo sarà István Bátori, organista titolare nella Chiesa della SS. Trinità e secondo organista nella Basilica di Santo Stefano a Bologna, che eseguirà musiche dei compositori accademici Degli Antonii, Corelli, Cirri, Martini e Mozart. 

Potrebbe interessarti anche: , Campovolo 2021: nuove date e info biglietti per Ligabue e Una Nessuna Centomila , Ligabue: rinviato il concerto a Campovolo per i 30 anni di carriera , Coronavirus a Bologna, Cremonini: «Concerti nei ristoranti a fine emergenza» , Bimbo Tu Onlus: tutti i giorni online le attività per bambini. E una raccolta fondi per il Belellaria

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.